Copy
SapaFlash del 14 maggio 2015 - mobilità: pubblicati gli appelli ma non ci siamo!
Apri questa mail nel tuo browser
sindacato autonomo polizia ambientale forestale
Facebook
Twitter
Sito web

sapaflash

del 14 maggio 2015 - mobilità: pubblicati gli appelli ma non ci siamo!

Sono stati pubblicati, sui supplementi al Bollettino Ufficiale del Corpo forestale dello Stato di oggi (disponibili nell'area riservata del nostro sito), gli elenchi relativi alle sedi dell'appello ordinario nazionale 2015 e dell'appello straordinario per sovrintendenti, propedeutico ai concorsi per l'accesso al ruolo, relativi alle vacanze 2014.
Come ormai accade da qualche anno, l'emanazione degli appelli è sempre un momento di forte criticità da parte del SAPAF nei confronti dell'amministrazione ed anche in quest'occasione non possiamo esimerci dall'avanzare la nostra contrarietà. Infatti, se per l'appello straordinario del ruolo sovrintendenti dobbiamo registrare l'accoglimento da parte della divisione di diverse istanze avanzate del personale interessato (sostanzialmente da quello degli ultimi corsi da vice sovrintendente), per quello nazionale, dove le aspettative erano ben più numerose, si è tornati al già contestato autoritarismo che mortifica le relazioni sindacali. Non a caso, praticamente tutti i sindacati si ritrovano a contestare tale procedura, per un motivo o per l'altro.
Evidentemente, le proteste avanzate dal SAPAF negli anni passati ed in questi mesi, non erano strumentali ma sostanziali: è chiaro, però, che la sola protesta non basta più, perché mentre noi protestiamo, a causa di una dirigenza sorda, il personale soffre per l'ulteriore mancata possibilità di avere un appello "decente"!
Evidentemente, ancora prima di stabilire nuove regole che comunque occorrono, c'è la necessità che anche la dirigenza si cali nella realtà dei "comuni" Forestali e favorisca una diversa flessibilità: non è, infatti, accettabile che da un lato si blocchi un concorso per 393 allievi agenti (che potrebbe risolvere tanti problemi di carenze organiche soprattutto nelle regioni del nord dando la possibilità di muoversi ad altrettanti colleghi) e dall'altra si precluda la possibilità al personale che da anni (in media 7-8) attende di avvicinarsi ai propri affetti!
Però, pensandoci bene, è chiaro che questi dirigenti (che decidono sulle nostre vite) non capiscano i nostri problemi, loro non hanno regolamenti rigidi da rispettare per la mobilità, gli basta essere allineati con chi comanda per ottenere i desiderati trasferimenti (tra l'altro anche indennizzati) ... anche questo deve finire!

Share
Tweet
Forward

Copyright © 2015 sindacato autonomo polizia ambientale forestale - SAPAF, Tutti i diritti riservati.

questa mail viene anche inviata agli indirizzi @corpoforestale.it; diversamente, ricevi questa mail in quanto sei iscritto al sito www.sapaf.it

revoca iscrizione a questa mail    aggiorna le tue preferenze