Copy
Il 21 marzo vi aspettiamo tutti nel caveau de La Favorita a Siena per festeggiare insieme la primavera!
Vedi nel browser

Tutti pronti per l'AperiCUS in musica!!!!

Martedì 21 marzo dalle ore 20,30 festeggiamo insieme la primavera.

Sarà una serata speciale, al Caveau Dinner Club La Favorita in Piazza Matteotti.
Un evento riservato a tesserati Cus maggiorenni e a studenti universitari.
Richiedete subito il ticket per partecipare alle sezioni Cus o agli incaricati dell'Università.
Per informazioni 057752341     
 

VI ASPETTIAMO NUMEROSI: AIUTATECI A DIVULGARLO :)
Inoltra a un amico
Le ultime novità dalle sezioni del C.U.S. Siena A.S.D.
CALCIO MASCHILE
Al via i Campionati Nazionali Universitari

Sabato 25 febbraio la squadra di mister Martire ha perso 1-0 nei minuti finali a causa di una punizione contro l'Ancaiano.
Mercoledì 1 marzo nell'andata dei campionati nazionali universitari i cussini hanno ottenuto un prezioso pareggio 1-1 fuori casa col Cus Cassino, andando in svantaggio su rigore per poi pareggiare con Tricarico.
Sabato 4 marzo, con ben 11 indisponibili e con i ragazzi stanchi per la partita di Cassino, gli universitari hanno perso fuori casa 7-0 contro la capolista Vico d'Elsa.

JUDO

Un bronzo per Simone Muzzi al Torneo internazionale "Città di Colombo"

L’attenzione e le energie dell’ultimo periodo sono state appannaggio del Torneo Internazionale “Città di Colombo” di Genova, appuntamento valido per il Grand Prix della classe cadetta, dove, a rappresentanza della compagine senese, erano presenti Simone Muzzi a 60 Kg ed Isabel Helling a 70 Kg. 
Simone è stato protagonista di un’ottima performance, disputando addirittura otto incontri in una categoria di peso che registrava ben 106 atleti ai nastri di partenza. Una sola sconfitta lungo il cammino non ha fermato il cussino, che ha conquistato con caparbietà una splendida medaglia di bronzo. 
Meno fortuna, invece, ha avuto Isabel, che è stata sconfitta al primo turno, senza aver, poi, la possibilità di proseguire nei turni di recupero. 
Nel complesso, comunque, si è trattata di una positiva iniezione di fiducia per tutti quanti, in vista dei prossimi impegni stagionali.

PALLAVOLO FEMMINILE

Benissimo le più giovani, qualche difficoltà per le più grandi

E' ancora a pieno ritmo il settore femminile del Volley cussino, e con l'arrivo della primavera (stagione altalenante per eccellenza) arrivano anche buone e cattive notizie:

  • entrambe le compagini Under12, militanti nei gironi E e G di categoria, occupano momentaneamente la seconda posizione, a solo un punto dalla prima in classifica ma con una partita in meno;

  • l'Under13A è a pieno punteggio nel girone D, in cui occupa la prima posizione, mentre l'Under13B ancora non ha brillato in un girone E certamente più proibitivo;

  • l'Under14 di Matteo Falchi e Michela Giorgi procede a vele spiegate: dopo aver sbaragliato con un doppio 3 a 0 le coetanee di Montevarchi, accedendo di diritto alla Finale Territoriale e alla Fase Regionale, hanno battuto domenica scorsa anche le coetanee di IUS Arezzo in quattro set convincenti;

  • purtroppo non si può dire lo stesso dell'Under16 di Alessandro Passaponti, che nella semifinale territoriale dapprima guadagna una sudata vittoria esterna al tie break, per poi cedere con un immeritato 0 a 3 tra le mura amiche sotto i precisi attacchi della formazione VBC Arnopolis; sfuma quindi il sogno della Fase Regionale; la compagine di Paffetti non brilla neanche in Seconda Divisione, dove nelle ultime due giornate ottiene una vittoria al tie break (dal vantaggio di 2 set a 0) e una brutta sconfitta casalinga;

  • l'Under18 di Alessandro Paffetti e Angela Massini accede con facilità alla Finale Terrritoriale e alla Fase Regionale, battendo una PGS P. Larghi Volley che non oppone alcuna resistenza; le stesse atlete, che partecipano anche al campionato di Prima Divisione, probabilmente accusano un po' di stanchezza e nelle ultime due giornate giocano ben 10 set, vincendo un tie break e perdendone un altro: ciò comporta, oltre a un ulteriore dispendio energetico, anche la discesa al terzo posto in classifica;

  • la Terza Divisione di Matteo Castagnini rimane in seconda posizione, con un solo punto di distanza dalla capolista (le giovani atlete classe 2002 hanno perso solo lo scontro diretto su 6 partite disputate);

  • la Serie B2 di Matteo Falchi e Giacomo Capannoli non riesce ad uscire dal loop: i troppi infortuni, la pausa per le elezioni federali e qualche defezione inficiano le ultime prestazioni del Convergenze CUS Siena, finite entrambe 3 a 0 senza storia. Ci si aspetta una reazione della prima squadra, che di sicuro non tarderà ad arrivare data la tenacia e la caparbietà delle nostre bianconere.

RUGBY
Banca CRAS Cus Siena  vince una partita rocambolesca espugnando Portoferraio

Il Rugby Elba è sempre stato un avversario ostico per tutte le squadre della serie C toscana; i verdeblu di Portoferraio, infatti, sono sempre un avversario temibilissimo in ogni incontro.
Quando poi si parla di giocare nel loro impianto fare risultato diventa sinceramente molto difficile tanto che il Banca CRAS CUS Siena non era mai riuscito a vincere in trasferta.
Dopo una trasferta organizzata in maniera perfetta dallo staff i senesi sono arrivati con grande anticipo al campo intitolato all’indimenticato “Andrea Scagliotti” detto Juba, uno storico giocatore elbano scomparso nel 2004.
Sotto un timido sole primaverile i senesi sono scesi in campo molto concentrati e dopo solo 8 minuti è stato Buonazia a violare la meta elbana con un’azione in velocità che ha sorpreso i padroni di casa.
I ragazzi di Francesco Sacrestano si sono  dimostrati superiori in fase di mischia ma i padroni di casa sono stati bravissimi a chiudere ogni opportunità di tornare a marcare. La partita si è un po’  scaldata quando Trefoloni ha subito un brutto placcaggio senza palla e si è accesa un po’ di parapiglia che l’arbitro Riccetti ha sedato con un giustificato cartellino per parte.

La partita, intensa, sembra avere un vincitore designato, Siena, che va di nuovo in meta allo scadere in avanzamento dal pack di mischia. Peruzzi schiaccia e Trefoloni trasforma per il 12-0. Sono però moltissimi gli errori negli ultimi 5 metri per i senesi tanto che l’allenatore cussino nell’intervallo chiede un maggior cinismo. Dominare 40 minuti e andare al riposo con un vantaggio esiguo non è positivo davanti ad un avversario come l’Elba Rugby del francese Jean Luc Sans.

4 minuti e i senesi, grazie ad una progressione di Gembal finalizzata in maul avanzante da Carmignani, si portano sul 17-0. Sembra il colpo del KO ma incredibilmente sono i padroni di casa a prendere in mano il gioco dimostrando tutta la grinta di cui sono capaci.
In 22 minuti infatti gli elbani riescono, con 3 mete ed una punizione, a ribaltare il risultato non lasciando al Banca CRAS CUS Siena possibilità di rimettersi in partita. 22 punti in 22 minuti che portano la partita sul 22-17 nella totale incapacità dei senesi di arginare il poderoso recupero dei locali.
E’ il momento più duro della partita per i senesi che, probabilmente convinti di aver chiuso l’incontro sul 17-0, hanno perso la sicurezza nei propri mezzi. Tocca di nuovo al pack di mischia risolvere la situazione e al 31’, nella sola azione di attacco imbastita dai ragazzi di Sacrestano in quasi mezz’ora di gioco, Peruzzi riporta il punteggio sul 24-22 per i senesi.
L’Elba Rugby cerca di riportarsi in avanti ma i senesi chiudono bene e senza falli tutti gli spazi fino al 79’ quando concedono una punizione ai padroni di casa.  Il capitano si rivolge all’arbitro chiedendo il tempo di gioco restante, poi è la volta dell’allenatore francese che chiede nuovamente se ci sia il tempo di calciare o meno. Così i senesi assistono increduli allo scorrere del tempo in attesa del calcio in rimessa laterale a 5 metri dalla linea di meta fino a quando l’arbitro comunica che il tempo è scaduto e che non c’è tempo per la rimessa. Agli elbani non resta quindi che andare per i pali da posizione defilata e all’altezza del centrocampo, controvento.
Il calcio non arriva tra i pali e così, con una partita rocambolesca, per la prima volta i seniores cussini espugnano il campo “Scagliotti”, il miglior modo per festeggiare il rientro in campo di Simon Michaels in occasione del suo 21esimo compleanno. L’atleta bianconero sarebbe dovuto andare alcuni anni fa in Accademia Nazionale dalle giovanili cussine ma rinunciò per trasferirsi all’estero. Un nuovo tassello importante per Francesco Sacrestano, non soddisfatto dell’andamento della partita ma comunque rinfrancato dall’aver preso 5 punti sul campo di Portoferraio.
SCHERMA
Allori dal Canada per la scherma cussina!

Allori anche oltre oceano per gli spadisti senesi impegnati a Vancouver in Canada con Lorenzo Bruttini ed Edoardo Vichi. E successo anche per il resto del gruppo impegnato nel Campionato toscano assoluto che si è svolto a Pontedera. Qui i ragazzi targati Cus Estra hanno brillato grazie a Lorenzo Toracca che si è fregiato del titolo sconfiggendo in una finale tutta cussina Bernardo Ricci argento, che a sua volta per l’accesso agli otto aveva sconfitto l’altro senese Bernardo Crecchi, 10imo classificato. Nella classifica bene anche Vieri Vannoni, settimo classificato al suo rientro agonistico dopo alcuni anni, e bene anche Marco Cheli 15simo. In campo femminile finale per Eleonora Pieracciani settima, e Arianna Lamberti 24esima. Nel fioretto maschile da segnalare la 34esima piazza per Efanam Miawotoe.

A Vancouver Edoardo Vichi ha raccolto i suoi primi punti Fie nella tappa della Coppa del Mondo assoluta. Convocato con la squadra nazionale insieme a Lorenzo Bruttini, Edoardo ha superato le fasi eliminatorie approdando alla seconda giornata di gara nel main-draw dove è stato sconfitto dal finlandese Vuorinen poi bronzo, chiudendo al 50esimo posto. Lorenzo Bruttini aveva dovuto invece abdicare nella prima giornata chiudendo in 79esima posizione sconfitto di poco 13-15 dal tedesco Rein. Come Vichi sono stati eliminati anche due quarti della squadra argento olimpico Garozzo e Pizzo, mentre Santarelli era uscito insieme a Bruttini e solo Fichera è pervenuto alla finale ad otto chiudendo in settima posizione. 

Per quanto riguarda l’Under 14, sono arrivate numerose soddisfazioni per il Cus Scherma Estra.

A Siena si è chiuso il circuito nazionale del Trofeo del Granducato di fioretto under 14 con Camilla Bonechi che ha vinto la tappa senese e si è aggiudicata anche il trofeo dopo le prove di Pisa e Firenze nella categoria giovanissime/bambine. Bene anche Nina Elia che ha centrato la finale ad otto e buoni anche i piazzamenti di Matilde Calamassi nona, Sara Grasso 15esimo e Giorgia Paglialunga 16esima. Fuori nel tabellone delle 32 Lucrezia Riviello, Greta Bucciarelli, Valentina Bichi e Sveva Dalia. Per quanto riguarda nei maschietti/giovanissimi buona prestazione di Leonardo Puglisi tredicesimo, Sergio Ricci e Giovanni Menti fuori nel tabellone dei 64. Tra i più grandi ragazzi/allievi dodicesimo Joseph Ceroni, fuori nei 32 Francesco Oliboni, Giovanni Settefonti, Matteo Nieto Kosta, Andrea Mussari e Niccolo’ Stolzi; nei 64 Lorenzo Elia. Per quanto riguarda in campo femminile solo Emma Petrini nei 16, tabellone da 32 per Mori Arianna, Caterina Ricci e Caterina Scarselli, nella classifica per società il CUS Estra ha chiuso in seconda posizione dietro alla Raggetti Firenze sulle cinquanta società che hanno partecipato al Trofeo. 

Nella categoria Allieve un po’ d’amaro in bocca per Emma Petrini, Arianna Mori, Lavinia Biagiotti e Caterina Scarselli che hanno visto sfumare la finale ad otto dopo aver ceduto al supplementare 44-45 contro Mogliano Veneto e chiudendo la prova nazionale in dodicesima posizione. In campo maschile i pari età Francesco Oliboni, Joseph Ceroni, Matteo Nieto Kosta e Giovanni Settefonti hanno finito la gara anche loro per la finale ad otto cedendo ad Ancona, poi argento, classificandosi in undicesima posizione.

A Roma, invece, era di scena la sciabola con una squadra di “Giovanissime” composta da Giorgia Paglialunga, Stella Trabalzini e Sara Grasso che ha concluso in 15esima posizione cedendo a Frascati poi argento.

Infine a Treviso con la spada di scena le Allieve Matilde Legnaioli, Letizia Rapezzi, Arianna Mori e Ginevra Bianciardi che hanno chiuso in ventesima posizione,mentre i maschi Matteo Nieto Kosta, Joseph Ceroni, Francesco Oliboni e Giovanni Settefonti hanno ceduto al supplementare 44-45 a Novara nell’assalto per la finale ad otto, chiudendo in undicesima posizione.







This email was sent to <<Email Address>>
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
C.U.S. Siena - Associazione Sportiva Dilettantistica · Via Luciano Banchi 1 · Siena, SI 53100 · Italy

Email Marketing Powered by Mailchimp