Copy
CARTA D'IDENTITA'
Nome: Ludoteca "L'isola che non c'è"
Anno di nascita: 2015
Indirizzo: Via Padre Giuliani 19 - 35044 Montagnana (PD)
Facebook: Ludoteca L'isola che non c'è
Email: giuliafriemel@gmail.com

Ci piace perchè: è un'impresa #sociale che si occupa dei più piccoli e della loro serenità

Questa newsletter speciale "Con Giulia, il nuovo che c'è" è dedicata alla terza tappa del viaggio sul territorio che ho deciso di fare per raccontare le tante realtà positive che lavorano ogni giorno attorno a noi. 

Avvicinandosi il Natale, abbiamo pensato ai più piccoli e siamo andati a scoprire uno spazio creato apposta per loro: la #ludoteca “L’isola che non c’è”.

La ludoteca apre le porte 8 mesi fa a Montagnana (PD) grazie a un'idea di Giulia Friemel, 28 anni, nata e cresciuta nella città murata. Sono state proprio la passione per i #bambini e il legame con il suo territorio a darle l’idea di creare una ludoteca, che simbolicamente ha preso vita dove fino a pochi anni prima c’era la scuola materna di Borgo Frassine.

Sono le 10 di una mattinata dei primi di dicembre quando arriviamo a “L’isola che non c’è”. Nel giardino ci sono giochi e giostrine e l’esterno dell'edificio è rimasto identico a quando ospitava l'asilo. Suoniamo il campanello e Giulia ci accoglie e ci invita ad entrare.

L’ambiente è molto accogliente e a misura di bambino: nel grande salone pieno di giochi e decorato da cartelloni colorati, due bambini sono intenti a giocare rumorosamente. 



Da gennaio 2016 la ludoteca L'isola che non c'è organizzerà anche laboratori creativi artistico-musicali, conferenze per genitori ed educatori, corsi di truccabimbi e tanto altro...

“La sala grande serve ai bambini per giocare, noi adulti andiamo di qua - ci fa strada Giulia - Quando è nato il progetto? Beh la ludoteca è attiva da aprile di quest’anno, ma io faccio l’educatrice da quasi tre anni. Sono laureata in Scienze dell'educazione e ho lavorato a Este e Baone, ma dopo due anni di attività ho sentito il bisogno di aprire qualcosa che magari potesse valorizzare il luogo dove sono nata e cresciuta”.

All'inizio del suo progetto, Giulia chiede una mano ad amici e concittadini e la risposta è estremamente positiva: “Mi hanno aiutata tutti - spiega - in primis il parroco Don Renzo e il sindaco Borghesan, che mi hanno supportato moltissimo anche nella parte burocratica. Una volta individuata la sede devo dire che si è mobilitato tutto il quartiere. Una trentina di persone mi hanno aiutata in tutti i modi: chi a ristrutturare gli ambienti, chi portando giochi per i bambini e chi semplicemente facendo del passaparola. E’ stata una bella accoglienza”.

Giulia è instancabile e lavora anche il sabato o la domenica quando serve, perché la ludoteca è anche il luogo ideale dove vengono organizzate #feste di compleanno (per massimo 25 bambini). Durante i periodi di vacanze scolastiche poi, i genitori che lavorano possono portare i bambini al #grest estivo o invernale. Quest’estate erano addirittura 85 gli iscritti di età compresa tra 1 e 12 anni.

“Dover gestire bambini di tutte le età è molto stimolante - racconta Giulia - appena si ambientano si creano rapporti umani incredibili: i più grandi aiutano i più piccoli e mentre i primi si responsabilizzano, i secondi crescono e imparano dai loro amici. Ovviamente devo ringraziare anche le altre educatrici che lavorano con me, tutte formate e con specifica esperienza in campo educativo. Ho trovato persone che si impegnano con #passione e dedizione mettendo il cuore in quello che fanno”.

Per il futuro Giulia ha in mente altri progetti, ma per il momento la parola d’ordine è consolidare l’esperienza. “Siamo aperti da pochissimo e prima di tutto desidero consolidare i risultati raggiunti - ha concluso - ma per la prossima estate sto pensando di organizzare un servizio mensa tramite catering. In ogni caso, sono molto soddisfatta di come sta andando e del senso di #comunità che si è creato attorno alla ludoteca”.

In bocca al lupo Giulia!

Facebook
Facebook
Twitter
Twitter
Google Plus
Google Plus
YouTube
YouTube
Website
Website
Email
Email
Copyright © 2015 Giulia Narduolo, All rights reserved.

cancellati    cambia preferenze 

Email Marketing Powered by Mailchimp