Newsletter settimanale n. 03 - 16 gennaio 2015
Guarda questa email nel browser
GOI Newsletter

Il Vascello
Undici gennaio duemilaquindici, a Parigi l'abbraccio del mondo. Il messaggio del Gran Maestro Bisi

"Noi Massoni abbiamo il dovere e la forza necessaria per difendere la libertà minacciata in tutte le sue forme. Noi portatori di pace e di tolleranza da secoli". Il Gran Maestro Stefano Bisi si è rivolto con queste parole a tutti i Liberi Muratori del Grande Oriente d'Italia l'11 gennaio, mentre Parigi, colpita al cuore dalla follia omicida di fanatici fondamentalisti, riceveva l'abbraccio del mondo: oltre tre milioni di persone hanno marciato domenica scorsa nella capitale francese, insieme a 50 capi di stato, da Da Angela Merkel a Matteo Renzi, da Benjamin Netanyahu a Abu Mazen, per esprimere la propria vicinanza e solidarietà al paese e alle famiglie delle 20 vittime. "Carissimi Fratelli -si legge nel messaggio del Gran Maestro- in questo momento di grande dolore per la Francia e per il mondo intero che ha vissuto attonito e sgomento la tragedia e i vili assassini di Charlie Hebdo, dove hanno perso la vita anche dei nostri fratelli, del poliziotto, di una vigilessa e degli ebrei che si trovavano all'interno del supermercato a Vincennes, non possiamo non avere paura di fronte a questi barbari fondamentalismi che minacciano l'Umanità e vogliono mettere in discussione principi e valori per noi sacri come quello della Libertà. Libertà d'espressione, Libertà di critica, Libertà religiosa e Libertà della Vita. Non si può togliere la vita a delle persone in nome di nessuna religione, nessun colore, nessuna razza, nessun ideale. Chi intende perseguire questi obiettivi non è un terrorista ma è solo un bieco criminale dell'Umanità". "Noi massoni –ricorda Bisi- abbiamo il dovere e la forza necessaria per difendere la Libertà minacciata in tutte le sue forme. E non abbiamo paura di affrontare con grande senso di responsabilità ed equilibrio nelle parole e nelle azioni il punto critico che la comunità internazionale sta vivendo. Noi siamo portatori di pace e di tolleranza da secoli e non siamo disposti ad accettare un mondo dove parole come guerra, terrorismo, crimine, violenza diventino sempre più usate ed applicate da mani irresponsabili e travolgano tutto facendo precipitare l'uomo nell'abisso del terrore. Carissimi Fratelli, accendiamo una candela e stringiamoci tutti in un'ideale catena nel ricordo delle vittime e in segno di solidarietà alle famiglie ed al popolo francese. Battiamoci sempre contro le forze oscure che vogliono travolgere la Libertà ed irrigidire il mondo in forme sempre più lontane dalla vita. Facciamo con forza e vigore Comunità, riconoscendo sempre l'Altro e le sue diversità in un sereno e costruttivo confronto, così come la Massoneria ha sempre fatto accogliendo all'interno delle Officine uomini e culture totalmente diverse". Poi l'invito a leggere insieme la "bellissima poesia del fratello Kipling dal titolo "Loggia Madre", "che è un vero esempio di fratellanza, di Cosmopolitismo, di Tolleranza per tutti". E l'appello a non permettere che il 'sonno della ragione' crei altri mostri. Per la Libertà e nella Libertà".

Leggi la poesia "Loggia Madre" di Kipling

Il Vascello
Il cordoglio del Grande Oriente per i Fratelli morti nella strage di Charlie Hebdo

Tra le vittime della strage del 7 gennaio nella redazione del magazine satirico "Charlie Hebdo", anche due Liberi Muratori. Alle loro famiglie è andato il cordoglio del Grande Oriente d'Italia. Si tratta dell'economista Bernard Maris e del giornalista Michel Renaud. Maris, che si firmava Oncle Bernard, era nato a Tolosa nel 1946. Grande estimatore di John Maynard Keynes al quale ha dedicato molti suoi saggi, era professore all'Istituto di Studi Europei dell'Unvesité Paris VIII. Nel 2011 era stato nominato consigliere della Banque de France. E' stato membro del Comitato Scientifico di Attac France. Michel Renaud è stato il fondatore di "Carnet de voyage" e del famoso Rendez-Vous, la biennale dei "disegnatori viaggianti" che si tiene a Clermont Ferrand, nella Francia centrale. Renaud aveva un rapporto speciale con l'Italia, in particolare con il movimento delle "Matite in Viaggio" che da quattro anni tiene un'analoga manifestazione a Mestre e considerava il giornalista francese una sorta di proprio padre putativo. Michel, il giorno della strage si trovava nella redazione di Charlie Hebdo per puro caso: era andato a ringraziare il direttore della rivista, Cabu, che aveva accettato di essere l'ospite d'onore dell'ultima edizione della Biennale. Nell'attacco è rimasto ucciso il cartoonist Bernard Verlhac, detto Tignous, il cui padre è un libero muratore ed è rimasto ferito il figlio di un altro Fratello.

Parigi
Il Gran Maestro della Gran Loggia Nazionale Francese ringrazia per i messaggi ricevuti

All'indomani della manifestazione di Parigi e della giornata di fratellanza straordinaria che il mondo ha vissuto dopo le stragi di Parigi, Jean Pierre Servel, Gran Maestro della Gran Loggia Nazionale Francese, ha ringraziato le obbedienze di tutto il mondo per i messaggi di vicinanza e solidarietà ricevuti ed è tornato a stringersi accanto alle famiglie delle vittime. "I nostri cuori –ha sottolineato- sono in primo luogo accanto a loro e a coloro che li amavano. Circondiamo con la nostra sincera solidarietà e il nostro profondo affetto fraterno tutti i nostri fratelli ebrei, che ancora una volta, una volta di più, sono stati crudelmente colpiti dall'odio e dalla violenza cieca nell'attacco perpetrato contro il supermercato kosher alla Porte de Vincennes. A tutti i nostri fratelli ebrei diciamo: non siete soli in questa terribile prova". "Fratelli miei –scrive Servel nel suo messaggio- nessuno può restare muto davanti a tali atti di barbarie, nessuno può più restare indifferente dinanzi a ciò che è successo in Francia. Eravamo senza dubbio in tantissimi a partecipare, personalmente e in modi diversi, alle manifestazioni, al miracolo della straordinaria fraternità che si è svelata ai nostri occhi". "Noi lo sappiamo –ha aggiunto- che spesso è dal cuore del pericolo e dell'orrore, dal cuore della morte, che nascono i semi di una vita nuova. Piena di speranza. Si, ancor fragile, una speranza è nata nei cuori. Una speranza che, al di là delle paure e dei retro-pensieri, attraversa gli schieramenti politici, le confessioni religiose, le appartenenze comunitarie o sociali".

Leggi il messaggio in versione integrale

Ferrara
70 anni della loggia "Savonarola", incontro il 24 gennaio

"La Massoneria del Grande Oriente d'Italia e l'Ordine della Stella d'Oriente: storia, finalità e prospettive": è il tema dell'incontro pubblico che si terrà sabato 24 gennaio alle 16 nella Sala della Musica del Complesso di San Paolo a Ferrara nell'ambito delle celebrazioni del 70° Anniversario di Fondazione 1945-2015 della loggia "G. Savonarola" (104). Introdurrà l'avvocato Giangiacomo Pezzano, presidente del Collegio Circoscrizionale dell'Emilia Romagna. Interverranno Elda Levi, Worthy Grand Matron - Gran Capitolo d'Italia, Ordine della Stella d'Oriente; il filosofo Claudio Bonvecchio, docente all'Università dell'Insubria e Grande Oratore del Grande Oriente d'Italia. Modererà il dibattito Stefano Mandrioli, Gran Rappresentante del Grande Oriente.

Il Programma

Roma
"Parliamo di Massoneria", appuntamento con Luigi Sessa il 24 gennaio

Conferenza il 24 gennaio presso Hotel Club House Roma a Roma del Gran Maestro Onorario Luigi Sessa, fra i massimi esperti di Libera Muratoria a livello internazionale e autore di numerosi libri. "Parliamo di Massoneria" è il tema al centro dell'incontro, che è fissato per le ore 16 e al quale seguirà un dibattito con il pubblico. L'obiettivo è far conoscere meglio un'Istituzione, che ha visto tra i suoi affiliati uomini come Mozart, George Washington, Oscar Wilde, Giuseppe Garibaldi e molti altri illustri personaggi, incluso Gustave Loehr, che insieme a Paul Harris fu, nella Chicago del 1905, uno dei quattro fondatori del primo Rotary Club al mondo. L'incontro, che rappresenta una rara occasione di dialogo, sarà riservato a pochi uditori che dovranno prenotare. Il contributo per la partecipazione andrà a sostegno dei progetti annuali di Club: Famiglie Sma ed Equoevento.

RSAA
Italia-Europa, tra fiscal compact e spending review, convegno il 24 gennaio a Roma

Italia-Europa tra fiscal compact e spending review: è il titolo del convegno organizzato dal Supremo Consiglio del 33° e ultimo grado del Rito Scozzese Antico e Accettato per la giurisdizione massonica italiana. L'evento si terrà il 24 gennaio alle ore 15.30 a Roma all'Hotel The Westin Excelsior (Via Vittorio Veneto, 125). Introdurrà il prof. Corrado Balacco Gabrieli. Interverranno il Sovrano Gran Commendatore dello RSAA Luigi Milazzi e il Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia Stefano Bisi. Il prof. Giulio Sapelli (Università degli studi di Milano) terrà una relazione su "L'Europa nella decadenza dell'ordine mondiale". "Verso quale Europa?" è l'interrogativo al centro dell'intervento dell'on. Antonio Martino. "La nuova idea di Stato tra liberismo e neoprogrammazione" è il tema che verrà affrontato dall'on. Giuseppe Caldarola, mentre del "Costo della non-Europa" parlerà il sen. Mario Mauro. Il prof. Nicola Rossi (Università di Tor Vergata) terrà una relazione dal titolo "Entrare nell'Euro. Sul serio". Seguirà il dibattito. Concluderà il prof. Balacco Gabrieli.

Il Programma

Fundación Vocación Humana
Il 14 e il 15 febbraio seminario a Sarns

La Fundación Vocación Humana in Italia ha organizzato per sabato 14 e domenica 15 presso l'Haus St.Georg a Sarns (Bressanone) un seminario nel corso del quale verranno approfonditi alcuni temi affrontati negli incontri che si sono già tenuti presso la Fondazione Eranos ad Ascona, lo scorso febbraio, e presso L’Umanitaria di Milano lo scorso settembre, entrambi dedicati alla ricerca e scoperta di quella consapevolezza che è data come possibilità ad ogni persona, uomo o donna, di seguire la propria vocazione. Come nelle precedenti occasioni, il seminario comprenderà, oltre alle lezioni teoriche, anche dei momenti di dialogo, di meditazione e di tutoraggio individuale. Saranno inoltre consegnati dei materiali di studio, sui quali i partecipanti potranno approfondire ulteriormente gli argomenti trattati: tra questi,"vocazione e silenzio", "vocazione e sacrificio", "vocazione e cambiamento", "vocazione e pienezza", "vocazione e vita quotidiana", "vocazione e preparazione alla morte" e "vocazione e autorealizzazione". L'evento sarà un'occasione oltre che di apprendimento e scoperta di sé, anche di condivisione e di incontro. Segnaliamo che il seminario è a numero chiuso e il numero di posti limitato. Agli iscritti verrà mandato il programma. Per ulteriori informazioni scrivete a italia@vocacionhumana.org o telefonate a 3402766040.

In allegato la locandina dell'evento

Torino
L'appello, il 17 febbraio, giornata della libertà di pensiero, di coscienza e religione

Il 17 febbraio è una data importante: è il giorno in cui nel 1600 venne messo al rogo in piazza Campo de' Fiori a Roma Giordano Bruno, che l'inquisizione aveva condannato come eretico; ed è il giorno in cui con l'editto delle Lettere Patenti, il re Carlo Alberto, concedeva i diritti civili ai valdesi e, successivamente, agli ebrei, premessa fondamentale per la libertà religiosa in Italia. Una data nella quale la Consulta Torinese per la laicità delle Istituzioni, rilanciando l'appello del mondo evangelico, propone di istituire la "Giornata della libertà di pensiero, di coscienza e di religione" e che verrà intanto celebrata con una manifestazione che si terrà nel capoluogo piemontese presso la Sala dell'Unione Culturale "Franco Antonicelli" in via Cesare Battisti 7/B. Alle 17 è in programma il film "Giordano Bruno" (1973) con Gian Maria Volontè, un'opera che ricostruisce le ultime due fasi –a partire dal 1592- della vita del filosofo nolano: gli anni di Venezia e quelli di Roma nelle mani dell'inquisizione pontificia, segnati dalla prigione, dalle torture e infine dalla morte. Alle 19,15 verrà proiettato il dialogo teatrale "Le fiamme e la ragione" (2008) con Corrado Augias, protagonista e autore dello spettacolo e il commento introduttivo di Gustavo Zagrebelsky. Alle 21 verrà trasmessa la piece "L'ultima notte di Giordano Bruno" di Assemblea Teatro da un'idea di Renzo Sicco regia di Renzo Sicco e Lino Spadaro con Giovanni Boni, Marco Pejrolo e Paolo Sicco, musiche di John Foxx e Franco Battiato. Alle 22 spazio al dibattito su Giordano Bruno e sulle Lettere Patenti di Carlo Alberto. Introdurrà Manfredo Motagnana, presidente onorario dell'Unione Culturale "Franco Antonicelli". Interverranno Tullio Monti, presidente della Consulta Torinese per la Laicita delle Istituzioni, Renzo Sicco, presidente di Assemblea Teatro, Sergio Velluto, presidente del Concistoro della Chiesa Valdese di Torino, Bruno Segre, presidente onorario dell'Associazione Nazionale Libero Pensiero "Giordano Bruno", Renato Lavarini, presidente del Collegio Circoscrizionale Piemonte e Valle d'Aosta del Grande Oriente d'Italia. L'ingresso è libero.

Dal mondo
Le Massonerie tra le due sponde dell'Atlantico, workshop a Washington

E' stato annunciato che il prossimo dicembre, esattamente il 4 e il 5, si terrà a Washington DC un importante convegno dedicato alle massonerie tra le due sponde dell'Atlantico. Questo workshop, organizzato dalla prof.ssa Jessica Harland-Jacobs, della University of Florida e dal dott. Jan C. Jansen del German Historical Institute con sede a Washington DC, si propone di mettere in contatto specialisti della storia della massoneria e giovani ricercatori su temi come, per esempio: i rapporti tra le massonerie europee e americane, il ruolo della massoneria nelle comunità d'emigrati, l'impianto nelle città portuali, il ruolo svolto nelle grandi rivoluzioni americana e francese, la liberamuratoria in Africa e le obbedienze afro-americane, la partecipazione alla lotta contro la schiavitù. Il workshop si svolgerà in lingua inglese e chi intende partecipare deve inviare un breve abstract di non più di 400 parole e una breve CV accademico, certificato dall'istituzione accademica di appartenenza, entro il 31 Marzo 2015 a Jessica Harland-Jacobs ( harlandj@ufl.edu ) oppure a Jan C. Jansen ( jansen@ghi-dc.org ).

Massoneria
Centro Ricerche Storiche sulla Libera-Muratoria, on line il Bollettino del Grande Oriente, anni 1869-1891

Il Centro di Ricerche Storiche sulla Libera-Muratoria (CRSL-M), nell'ambito del progetto di pubblicare i periodici massonici editi a partire dal 1862 da varie Istituzioni liberomuratorie e singole logge operanti in Italia e all'estero, ha messo online, a disposizione dei ricercatori e degli studiosi dietro semplice richiesta, il Bollettino Ufficiale del Grande Oriente d'Italia. Anni 1869-1891. Questa rivista risulta essere una preziosa fonte d'informazione per ricostruire la storia del Grande Oriente d'Italia in un ventennio cruciale per la sua esistenza. L'emerografia massonica è uno strumento fondamentale per le ricerche sulla storia della liberamuratoria ma non sempre queste testate sono facilmente reperibili e consultabili nelle biblioteche italiane. Attualmente sono visibili sul sito del CRSL-M, oltre la sopracitata rivista, anche il Bollettino Officiale del Grande Oriente Italiano (1862-1864) e il Bollettino del Grande Oriente della Massoneria in Italia (1864-1869) in due volumi.

Sito CRSL-M

Servizio Biblioteca
"La Gran Loggia Unita d'Inghilterra tra tradizione e innovazione". Incontro lunedì 19 a Casa Nathan

Lunedì 19 gennaio alle 18.30 presso Casa Nathan – Centro Polifunzionale del Goi (Piazzale Delle Medaglie D'oro, 44 – Roma) si terrà un incontro informale, riservato ai soli Fratelli del Grande Oriente, attivi e quotizzanti, sul tema "La Gran Loggia Unita d'Inghilterra tra tradizione e innovazione". Introdurrà il Gran Bibliotecario, Bernardino Fiorvanti. Poi Alberto Cuomo, maestro venerabile di una loggia inglese, la "University of Birmingham Lodge" (5628) della "Province of Warwickshire", racconterà la sua esperienza e il suo percorso massonico avvenuto con le caratteristiche del cammino iniziatico in Inghilterra (dalle porte del Tempio al trono del Re Salomone passando attraverso i diversi uffici di Loggia), parlerà anche del funzionamento delle Logge della Ugle fuori e dentro il Tempio con gli incarichi non rituali (dal Mentore al Maestro della rete), della beneficenza, dell'importanza della propria "Province" e dell'attenzione della massoneria inglese al mondo dei giovani attraverso lo "University Scheme" e le "Lodges of Instruction". Interverrà il Gran Maestro Stefano Bisi.

Il Programma

Servizio Biblioteca
Al Teatro Il Vascello "Metamorfosi solari nel '500". Incontro con Mino Gabriele, interverrà il Gran Maestro

Lunedì 26 gennaio alle 19 il Gran Maestro Stefano Bisi interverrà alla conferenza di Mino Gabriele "Metamorfosi solari nel '500: il rilievo di Mitra-Phanes del Museo di Modena e le sue interpretazioni nella cultura del Rinascimento". L'incontro, organizzato da Servizio Biblioteca del Grande Oriente d'Italia, si svolgerà presso il Teatro Vascello (Via Giacinto Carini, 78 – Roma). Un viaggio affascinante attraverso il simbolismo pagano, il suo enigmatico fascino e la celata, sapiente dottrina, rivisitata dagli occhi e dalle menti di artisti e dotti di Firenze, Roma e Venezia. Dal celebre rilievo marmoreo di Modena, interpretato come Aion/Phanes o Mitra/Phanes (personificazione primigenia della cosmologia orfica), derivano alcune importanti opere d'arte, pittoriche, plastiche e grafiche del Cinquecento, che ne rileggono il simbolismo arcano e cosmico. Seguire l'affascinante percorso di questa erudita rinascita fornisce non pochi punti di riflessione e di domande sui criteri interpretativi suscitati presso gli umanisti da una divinità allora tanto oscura e complessa. Problematiche ancora attuali sul fronte della comprensione del mito antico e dei suoi riflessi allegorici. Infatti, sovente, non sono soltanto certi reperti in quanto tali ad essere fonte di trasmissione di antichi saperi, ma anche la tradizione interpretativa che essi innescano. Questa, tramandandosi fra varianti e riletture, sviluppa la conoscenza critica e l'immaginario, in un processo coerente eppure contraddittorio insieme, tuttavia sempre fecondo e vitale per il perpetuarsi della memoria che trama le origini e la storia della cultura europea.
Mino Gabriele è professore ordinario presso l'Università di Udine, dove insegna 'Iconografia e Iconologia'. Studioso noto per i suoi lavori sulla tradizione simbolica nell'arte e nella letteratura medievali e rinascimentali, come per le ricerche in ambito ermetico e alchemico. Ha pubblicato, fra l'altro, Il giardino di Hermes. Massimiliano Palombara alchimista e rosacroce nella Roma del Seicento (1986); Alchimia. La tradizione in Occidente secondo le fonti manoscritte e a stampa (1986); Le incisioni alchemico-metallurgiche di Domenico Beccafumi (1988); L'arte della memoria per figure (2006); Alchimia e iconologia (2008). Ha curato l'edizione di testi inediti, tra cui il De la trasmutatione metallica. Poema del XVI secolo di Antonio Allegretti (1981) e Le précieux Don de Dieu (1988); si ricordano inoltre: Hypnerotomachia Poliphili di Francesco Colonna (con Marco Ariani, 1998), Corpus iconographicum di Giordano Bruno (2001), Il Libro degli Emblemi di Andrea Alciato (2009), Sui simulacri di Porfirio (2012).

L'Invito

Torino, 12 gennaio 2015 (La Stampa)
Anche la massoneria francese ha voluto sfilare in memoria delle 17 vittime del terrorismo

Terni, 11 gennaio 2015 (Il Giornale dell'Umbria)
Nella strage morti anche due massoni

Copyright © 2015 Grande Oriente d'Italia, Tutti i diritti riservati.


rimuovermi da questa lista