Newsletter settimanale n. 30 - 24 luglio 2015
Guarda questa email nel browser
GOI Newsletter

Capo d'Orlando
A Villa Piccolo il 26 luglio dibattito sulla Massoneria con il Gran Maestro Bisi e il giornalista Barbacetto

"Massoneria – tra luci e ombre: laicità e spiritualità" è tra gli eventi più attesi della stagione estiva di Capo d'Orlando dove la Fondazione della Famiglia Piccolo di Calanovella nella sua omonima villa-museo produce grande cultura. L'appuntamento è in programma per domenica 26 luglio alle 18 nell'ambito della sezione "La Cultura del Dubbio". I protagonisti del dibattito saranno il Gran Maestro Stefanio Bisi e l'editorialista del "Fatto Quotidiano" Gianni Barbacetto, coordinerà Andrea Pruiti Ciarello. Tra le altre tantissime iniziative in programma in queste settimane, da non perdere assolutamente la mostra inaugurata a fine giugno e che chiuderà i battenti il 2 agosto, dedicata al padre della pop art Andy Warhol, che raccoglie 70 opere provenienti dalla famosissima Collezione Rosini-Gutman e da altre collezioni private, corredate dalla proiezione di una rarissima intervista al grande genio dell'arte contemporanea realizzata dal giornalista Vanni Ronsisvalle nel 1977 a Roma.

Visita il sito della Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella

Pinerolo
Storico incontro tra il Gran Maestro Bisi e il pastore valdese Bernardini

La due giorni in Val Pellice di festeggiamenti per il doppio anniversario della loggia "Excelsior", che compie quest'anno 115 anni dalla nascita e 70 dalla fondazione, è stata anche occasione di un incontro di grande rilevanza tra il Gran Maestro Stefanio Bisi e il moderatore della Chiesa Valdese, il pastore Eugenio Bernardini. Il colloquio che si è svolto presso la residenza del Fratello Danilo Mourglia e al quale ha partecipato anche il Presidente del Collegio Circoscrizionale del Piemonete- Valle d'Aosta Renato Lavarini è stato un importante incontro al vertice tra le due Istituzioni. Molteplici i temi affrontati tra i rappresentanti di queste due realtà estremamente significative nel panorama culturale, sociale, etico e solidaristico del nostro Paese. Da entrambe le parti si è sottolineata la necessità di superare ogni sorta di pregiudizio sia all'interno della propria comunità che nella società più in generale, fino all'auspicabile conseguimento di una vera connotazione laica dello Stato, presupposto essenziale per l'attuazione di un'autentica libertà di coscienza. Come obiettivo per una comune azione, oltre all'impegno a collaborare a sostegno della cultura, dell'istruzione e della pratica della solidarietà, si è concordato di lavorare alla proposta per una legge sulla libertà di religione e di coscienza che abbia come suggello la proclamazione del 17 febbraio, quale festa civile dedicata appunto a questi valori. Il 17 febbraio è una data simbolo. Non solo è il giorno in cui venne messo al rogo Giordano Bruno che l'Inquisizione nel 1600 condannò come eretico, ma è anche il giorno in cui nel 1848 con l'Editto delle Lettere Patenti il re Carlo Alberto riconobbe i diritti dei valdesi e successivamente degli ebrei, premessa fondamentale per la libertà religiosa in Italia. A riferire dell'incontro con l'esponente valdese è stato lo stesso Gran Maestro durante la tornata, che si è tenuta domenica mattina nel Tempio massonico di Pinerolo, alla quale insieme alla "Excelsior" hanno partecipato le altre due logge locali: l' "Acaja" (691) e la "Mario Savorgnan d'Osoppo" (587). I lavori sono stati presieduti dall'ex maestro venerabile dell' "Excelsior" Danilo Mourglia coadiuvato dal maestro venerabile dalla "Mario Savorgnan d'Osoppo" Mauro Passet in funzione di primo Sorvegliante e dal maestro venerabile della "Acaja" Marco Pisanchi in funzione di secondo Sorvegliante. Numerosissimi i dignitari presenti, sia del Goi che del Collegio Circoscrizionale del Piemonte e Valle d'Aosta. Il Presidente Lavarini era accompagnato dalla giunta al completo a rappresentare idealmente il trait d'union tra la Massoneria periferica -Torre Pellice è l'Oriente situato geograficamente più a occidente d'Italia- e le strutture centrali dell'Istituzione, che in questa occasione hanno dimostrato la loro vicinanza e partecipazione con un calore che ha impressionato e commosso i Fratelli torresi. L'oratore della loggia Paolo Gardiol ha tracciato un breve excursus sulla storia e sulle idealità dell' "Excelsior", da sempre improntate al perseguimento della libertà di giudizio e dell'etica che da essa discende. Poi ha preso la parola lo storico Marco Novarino, che ha illustrato una tavola su alcune personalità di spicco valdesi. La parte più attesa della tornata è però stata l'allocuzione che il Gran Maestro Bisi ha pronunciato dinanzi ad un pubblico attentissimo, illustrando le linee guida e l'attività svolta in questo primo anno di mandato alla guida dell'Istituzione, e tracciando un ampio quadro sulla situazione attuale del Grande Oriente.

Vibo Valentia
Tornata congiunta il 19 giugno su cinque grandi temi legati al solstizio

Cinque grandi temi sono stati al centro della tornata congiunta in grado di apprendista di tutte le logge della Calabria, organizzata il 19 giugno in occasione del Solstizio d'estate dalla giunta del Collegio circoscrizionale, d'intesa con il Consiglio di Oriente di Vibo Valentia. "L'esoterismo della natura: la Massoneria e i segni del Creato" è stato l'argomento scelto da Pietro Gareri, presidente del Consiglio d'Oriente di Catanzaro; "Tra Equinozi e Solstizi: la Massoneria e il tempo", il tema trattato da Luigi Gaito, presidente del Consiglio d'Oriente di Catanzaro; "Il Battista e l'Evangelista, i due San Giovanni", quello affrontato da Vincenzo Saggese, maestro venerabile della loggia "I Pitagorici" di Crotone; del "Solstizio d'Estate nella tradizione muratoria" ha parlato invece Roberto Ripepi, maestro venerabile della "San Giorgio" di Reggio Calabria; dedicato al "Trionfo della luce: dal prologo di Giovanni al Solstizio d'Estate" l'intervento di Carmelo Solano della "Giosuè Carducci" di Vibo Valentia. Ha concluso la tornata il presidente del Collegio, l'avv. Marcello Colloca.

Vascello
Il Grande Oriente d'Italia ha un nuovo sito online

Il Goi ha completamente rinnovato la sua immagine online attraverso un nuovo sito ricco di tante informazioni. L'apertura è affidata a cover che raccontano con testi e immagini l'istituzione: Che cos'è la Massoneria, Chi siamo, Le Logge e la Solidarietà. Una sezione è dedicata alle pubblicazioni: Erasmo notizie; MassonicaMente; Hiram. Un'altra al Servizio Biblioteca e alla sua storia. Un'altra ancora a Villa Il Vascello che è la sede dell'Obbedienza e al suo affascinante passato legato alla Repubblica Romana del 1849 e al Risorgimento italiano. Ampio spazio naturalmente agli Eventi e alle news, costantemente aggiornate, e alle iniziative locali e nazionali dei vari Orienti.

Area comunicazione del Grande Oriente
In uscita il numero di luglio di "Erasmo notizie"

E' in uscita il numero di luglio della rivista "Erasmo notizie" che è già disponibile al download sul nostro sito www.grandeoriente.it. La copertina è dedicata alla festa del Solstizio e all'ormai tradizionale appuntamento nell'antica abbazia di San Galgano. Due gli articoli sull'evento: uno firmato da Gianmichele Galassi e l'altro da Gerardo Lonardoni. A pagina 11, nella sezione Dal Vascello, il manifesto del Gran Maestro Bisi per il XX Settembre, che quest'anno sarà ispirato a Dante Alighieri, di cui ricorre il 750° della nascita e al libero arbitrio, al quale il sommo poeta dedica una riflessione nel XVI canto del Purgatorio durante l'incontro con il cortigiano Marco Lombardo. Tra gli eventi in primo piano, il doppio anniversario della loggia "Excelsior" di Pinerolo e l'incontro in Val Pellice tra il Gran Maestro e il moderatore della Chiesa Valdese il pastore Eugenio Bernardini. In cultura le anticipazioni degli appuntamenti organizzati dal Servizio Biblioteca per la prossima stagione e la segnalazione di due libri da leggere durante l'estate. Notizie dagli Orienti. E molte altre cose...

Templari e Massoneria
"Il cuore e la spada, l'ora delle scelte", convegno l'8 agosto a Castignano

"Il cuore e la spada, l'ora delle scelte" è il titolo del convegno in programma l'8 agosto a Castignano, in provincia di Ascoli Piceno, a cura del Collegio circoscrizionale delle Marche. Sarà presente il Gran Maestro Stefano Bisi. L'evento anticipa il Templaria Festival, rassegna di rievocazione storica medievale che dopo Ferragosto terrà la 25esima edizione grazie alla Pro Loco che mantiene vivo il fascino del Medioevo a Castignano e il suo ricco patrimonio culturale. Oltre a una storia antichissima, questo piccolo comune ha suggestive tracce templari che lo accomunano ad altri borghi della valle del Piceno che ha rappresentato uno dei presidi più importanti dell'Ordine Templare nell'Italia centrale. Al tempo delle Crociate, Castignano è stato sicuramente crocevia dei Cavalieri nei loro viaggi verso Gerusalemme. L'appuntamento della Massoneria marchigiana per l'8 agosto si svolgerà nella Sala riunioni "Le Grotte" (Via Sante Scaramucci-Castignano) con inizio alle ore 15:30. Il presidente circoscrizionale Fabrizio Illuminati aprirà i lavori per poi lasciare la parola a specialisti su Templarismo e Massoneria, tema che affascina e attrae studiosi non solo massoni. Porteranno contributi: il Grande Oratore Claudio Bonvecchio ("Cavalleria nel Terzo Millennio), Sebastiano Fusco ("Templari e tradizione iniziatica"), Fabrizio Bartoli e Paolo Corallini ("Templari e Massoni: antichi confratelli?"), Francesco Tenella. Le conclusioni del convegno saranno del Gran Maestro Bisi.
Ingresso libero

Templaria Festival nel web

Programma

Lanciano
"Fra' Dolcino" e "Americo Bomba" insieme sotto le stelle il 10 agosto

Anche quest'anno le logge "Fra' Dolcino'" (1163) e "Americo Bomba"(1426) di Lanciano (CH) organizzeranno la tradizionale agape sotto le stelle del X Agosto a Villa Basti-Ortona. Alle ore 19 è l'appuntamento che da molti anni rappresenta un momento di incontro durante la pausa estiva, un'occasione di confronto e di riflessione con tutti i Fratelli provenienti anche da altre Circoscrizioni, un'opportunità di crescita e di fraterna armonia da vivere tra storia, tradizioni e astronomia, osservando l'evento delle Perseidi, la pioggia delle stelle cadenti, e affidando simbolicamente alla volta celeste, custode dei nostri sogni possibili, aspettative e speranze.

agape10agosto@gmail.com

Firenze Capitale
Il 13 settembre convegno della Massoneria toscana

Cinque anni è durata l'esperienza di Firenze Capitale quale sede del governo italiano succedendo a Torino nel 1865. Un passaggio sofferto da ambo le parti, lo stesso Vittorio Emanuele ne fu amareggiato, ma non ci fu possibilità d'appello: il centro d'interessi, l'apparato istituzionale, doveva avere centralità geografica nel giovane Regno d'Italia e perciò seguire le sorti dell'unità nazionale. Così fu, anche quando il 20 settembre 1870, con la Breccia di Porta Pia e la presa di Roma, fu segnato un nuovo traguardo e Firenze lasciò lo scettro all'ex città dei Papi che diventò capitale italiana. Il 1° luglio 1871 la Camera dei Deputati proclamò Firenze benemerita della nazione per la liberalità e il patriottismo con cui realizzò l'alto ufficio di "sede temporanea" del governo del paese. Il 13 settembre il Collegio circoscrizionale della Toscana celebrerà il 150esimo di Firenze Capitale con un convegno all'Hotel Mediterraneo (Lungarno del Tempio 44, Firenze). Sarà occasione per ripercorrere le fasi storiche di quel periodo ricco di eventi, entusiasmi ma anche di grandi contraddizioni e di valutare i cambiamenti che la città di Firenze apportò a se stessa proiettando, nel contempo, la sua ricchezza e apertura culturale radicata da secoli. L'inizio del convegno sarà alle ore 9,30 con il presidente circoscrizionale Francesco Borgognoni che introdurrà i lavori e modererà gli interventi in programma. Sono previsti contributi di specialisti che affronteranno vari aspetti del tema in esame: gli storici Massimo Nardini e Gabriele Paolini analizzeranno, rispettivamente, la dimensione storico-politica ed editoriale di Firenze Capitale; l'architetto Francesco Ventani illustrerà l'evoluzione urbanistica mentre il presidente della Lidu Olinto Dini si occuperà dell'aspetto sociale della dimensione cittadina e del suo sviluppo associazionistico, in particolare laico. Non è da dimenticare, infatti, che notevole influenza ebbe pure il trasferimento da Torino a Firenze della sede nazionale del Grande Oriente d'Italia che dal 1865 al 1871 occupò Palazzo Pazzi (all'angolo di Via Proconsolo), situato a pochi passi da Palazzo Altoviti, in Borgo Albizi, attuale residenza della Massoneria toscana e delle logge fiorentine. (Corriere.it)

Firenze cinque anni capitale.

Rotterdam
Anche la Massoneria protagonista del Congresso sul Settecento in programma dal 27 al 31 luglio

Anche la Libera Muratoria sarà al centro del 14° Congresso internazionale di Studi del XVIII secolo organizzato dalla Dutch-Belgian Society of Eighteenth-Century Studies (DBSECS). A trattare il tema della Massoneria numerose relazioni in programma tra cui quelle di: Péter, Róbert: The public perception of British freemasonry: unmapped sources and novel digital research methods; Snoek, Jan: Decoding British Masonic Rituals from 1772 to 1825; Berman, Richard: 'British Masonic sociability in the second half of the 18th century; inclusive or elitist?;Berndtsson, Tim: Making Secrets. Freemasonic Archives in the Later Half of the 18th-Century; Muellneritsch, Helga: Indications of professional female scribes in the eighteenth century - a comparative study of Austrian 'Frauenkochbücher'.

Per ulteriori informazioni consultare il sito: https://isecs2015.wordpress.com/

Servizio Biblioteca
In mostra a Parigi "Massoni e il mare. Dalla Loggia al molo"

"I Massoni e il mare. Dalla Loggia al molo" è il titolo della mostra organizzata a Parigi dal Museo della Massoneria (16 rue Cadet). L'esposizione -nata da una collaborazione tra il museo del Grande Oriente di Francia, alcuni musei nazionali parigini (lo Château de Versailles, il museo nazionale della Marina e dell'Armata, gli archivi dipartimentali dei Pirenei) e la biblioteca massonica Robert Livingston di New York- potrà essere visitata sino al 24 ottobre 2015 (gli orari del museo sono dal martedì al venerdì: 10.00-12.30 / 14.00-18.00). Il nostro Servizio Biblioteca è lieto di segnalare ai suoi utenti in visita nella capitale francese questa importante mostra sugli ufficiali di marina, gli armatori dei grandi porti con scambi commerciali internazionali, gli esploratori celebri o i semplici marinai che sono stati iniziati in massoneria nelle cosiddette "logge portuali" attive nelle città di mare e crocevia di questi commerci internazionali. Concepita come un viaggio, l'esposizione segue le rotte intraprese dai massoni che hanno compreso l'opportunità di frequentare queste logge fiorenti sulle rive dell'Atlantico e nei porti del Mediterraneo per diffondere i principi massonici oltre confine, nelle colonie, nell'oceano Indiano e in quello Pacifico. In mostra documenti e gioielli di loggia, noci di cocco decorate e altri oggetti rituali. Tra i personaggi di rilievo presenti, il più noto è sicuramente Gilbert du Motier de La Fayette, un generale e politico francese che fu protagonista sia della rivoluzione americana prima e della rivoluzione francese dopo. Nei tempi difficili del periodo della Restaurazione anche in Italia la Massoneria sopravvive in città di vocazione marinara come Genova con la loggia "Trionfo Ligure" e Livorno. Nel mare vi è, infatti, una frontiera di libertà e di fraternità. Una suggestione, questa, per nuovi approfondimenti anche nella storia del nostro paese.

Cataloghi
"The Badge of a Freemason", la storia della Massoneria in 100 grembiuli

Definito nel rituale massonico "il distintivo di un massone", il grembiule nella Libera Muratoria operativa venne usato dagli scalpellini come oggetto di lavoro a scopi protettivi. Ereditato nella Massoneria speculativa è tuttora indossato dai massoni di tutto il mondo e rappresenta uno dei simboli più importanti. "The Badge of a Freemason" è un interessante catalogo che presenta oltre 100 esemplari della collezione conservata presso Scottish RiteMasonicMuseum & Library di Aimee E. Newell, Director of Collections attraverso fotografie a colori e dettagliate descrizioni che ne decodificano i significati. I grembiuli sono presentati cronologicamente per evidenziare la loro evoluzione per quanto concerne la forma, lo stile e i materiali avvenuta a partire dal XVIII secolo per arrivare fino ai giorni nostri. Questo volume, riccamente illustrato, offre importanti notizie che possono interessare i massoni di tutto il mondo, e fornire spunti di ricerca per gli studiosi, ricercatori e curatori di musei. E' il primo studio approfondito sui grembiuli massonici americani, pubblicato negli ultimi decenni, ed è una risorsa interessante per collezionisti, appassionati e massoni.

Per maggiori informazioni: http://www.scottishritenmj.org/shop#!/

Copyright © 2015 Grande Oriente d'Italia, Tutti i diritti riservati.


rimuovermi da questa lista