Newsletter settimanale n. 16 - 17 aprile 2015
Guarda questa email nel browser
GOI Newsletter

Gran Loggia 2015
L'allocuzione del Gran Maestro, dobbiamo illuminare il mondo con il coraggio delle idee e la costanza delle azioni

"Fuori dal Tempio c'è un mondo in difficoltà che attende il nostro impegno, e la nostra fraterna insostituibile, temprata, solidarietà". "Dobbiamo essere pronti a trasformare noi stessi, come già facciamo con un lungo e paziente lavoro all'interno delle nostre officine. Lo dobbiamo fare con costante impegno, mettendo in campo tutta la fiducia possibile e le nostre forti mani imbrattate di onesta calcina". "L'Italia, i nostri giovani e quelli delle altre nazioni, hanno diritto ad un domani migliore e noi abbiamo il preciso dovere morale di intervenire e dare il nostro non indifferente contributo alla costruzione della nuova società". Sono alcuni dei punti chiave dell'allocuzione tenuta dal Gran Maestro Stefano Bisi, venerdì 10 aprile al Palacongressi di Rimini in occasione della Gran Loggia, l'assemblea del Grande Oriente d'Italia, che ogni anno riunisce parecchie migliaia dei 23mila massoni italiani del Grande Oriente d'Italia e che è stata dedicata in questa edizione al tema "Il coraggio delle idee, la costanza delle azioni". Più volte interrotto da lunghi applausi il Gran Maestro sotto il cielo stellato del Tempio aperto al pubblico, ha emozionato la sterminata platea con le sue parole ricche di umanità, con il suo appello a cambiare per migliorare noi stessi e il mondo, a tendere la mano agli altri, al nostro prossimo, a chi ne ha bisogno, con il suo invito a dar corso a quella che è la vera rivoluzione, la rivoluzione del cuore. Il suo primo pensiero è stato per i giovani, ai quali, ha detto, abbiamo il dovere di consegnare un mondo migliore. Per fare questo, ha aggiunto, dobbiamo puntare sull'enorme tesoro della nostra cultura, per rilanciare la quale ha invitato a cogliere l'occasione del 750° anniversario delle nascita di Dante Alighieri. Poi Bisi ha sottolineato il grande dovere della solidarietà, che è una missione e un impegno importante per i liberi muratori. E ha citato come esempio quello di un Fratello, che ha saputo trasformare il suo dramma personale in una spinta per aiutare gli altri, per mettersi al servizio di chi soffre di problemi di udito e di comunicazione. Il Gran Maestro ha voluto ricordare anche due grandi figure di Liberi Muratori, quella Giovanni Becciolini, eroe della libertà e testimonial della Gran Loggia 2015, ucciso dai fascisti il 3 ottobre del 1925 e quella di Salvatore Allende, Fratello che imperniò la sua vita sui valori della Massoneria. Ma non si può vivere di solo passato, ha avvertito. Dobbiamo avere, ha sottolineato, il coraggio di cambiare e al tempo stesso di essere costanti come "una goccia d'acqua che batte con insistenza sulla pietra e la scava, la leviga, la rende più pura". Le conclusioni dell'allocuzione sono state dedicate alla luce, un elemento che per i Liberi Muratori è tutto. E alla volontà e alla passione. Dobbiamo essere, ha sottolineato Bisi, come il guerriero di Pierangelo Bertoli, "quel guerriero senza patria e senza spada con un piede nel passato e con lo sguardo diritto, fiero e aperto verso il futuro". Un interminabile applauso ha concluso l'intervento. Poi nel tempio sono risuonate le note della canzone di Vasco "Cambiamenti".

Stralci dell'allocuzione

Gran Loggia 2015
Il messaggio del presidente Mattarella

Un messaggio di saluto e di auguri in occasione della Gran Loggia di Rimini, dedicata quest'anno al tema "Il coraggio delle idee, la costanza delle azioni" è arrivato al Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia Stefano Bisi dal capo di Stato Sergio Mattarella, attraverso il Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, Luigi Cremoni. Nella lettera si esprime apprezzamento per il fitto programma dell'assise e per l'argomento scelto. Il presidente ringrazia inoltre il Gran Maestro per gli auguri che gli ha formulato in occasione del suo insediamento al Quirinale e per le belle parole che gli ha riservato per aver dedicato il suo primo atto da capo di stato alla memoria dei martiri delle Fosse Ardeatine.

Gran Loggia 2015
Il Grande Oriente cresce al ritmo di 700 nuovi iscritti all'anno e nei primi tre mesi del 2015 già 701 sono state le richieste

Sempre più giovani bussano ai templi del Grande Oriente, che cresce al ritmo di 700 nuovi affiliati all'anno: un vero e proprio record tra le Obbedienze libero muratorie di tutta Europa. E' il dato che emerge dal rapporto 2015 dell'Eurispes "Italia: burocrazia il 'grande fardello'", che dopo la presentazione a Roma il 29 gennaio scorso, è stato riproposto al Palacongressi di Rimini in occasione della Gran Loggia tra gli eventi organizzati dal Servizio Biblioteca. Un numero destinato ad aumentare: dal primo gennaio di quest'anno infatti, fino al 31 marzo, in soli tre mesi, dunque, come ha riferito il Gran Maestro Stefano Bisi, le richieste sono state 701. A illustrare le nuove tendenze della società in cui viviamo è stato il presidente Gian Maria Fara. Primo tra le Massonerie del nostro paese, sia per tradizione storica che per consistenza numerica, il Goi si conferma, secondo l'identikit tracciato dall'Istituto di Studi Politici, Economici e Sociali, al passo con i tempi, aperto ai media, alla società civile e alle istituzioni con le quali ha saputo intrecciare un dialogo serrato sui grandi temi attraverso la promozione di convegni, seminari, iniziative scientifiche e culturali. La via intrapresa della trasparenza si è, dunque, rivelata vincente, così come la scelta di una nuova importante mission: quella della solidarietà.

Gran Loggia 2015
Oltre 3 mila Fratelli a Rimini. Una tre giorni fitta di eventi

Si è conclusa domenica 12 aprile alle 13 i lavori dell'assise del Grande Oriente, alla quale hanno partecipato oltre 3 mila Fratelli arrivati da ogni parte di Italia. Numerosi gli eventi pubblici che si sono tenuti a latere dei lavori rituali. Momento clou l'allocuzione, pronunciata venerdì pomeriggio a tempio aperto, dal Gran Maestro Stefano Bisi e incentrata sul tema "Il coraggio delle idee, la costanza delle azioni", che è stato il filo rosso della intensissima tre-giorni. Il coraggio di cambiare, di migliorare se stessi per migliorare il mondo, mettendoci tutto l'impegno possibile e sempre nel segno di una generosa e solidale attenzione agli altri. "Parliamo di cambiamenti" è stato il titolo infatti della prima delle due tavole rotonde – moderata da Angelo Di Rosa- che si è tenuta al Palacongressi e che è stata aperta dal Gran Maestro. Vi ha preso parte Gian Maria Fara, presidente dell'Eurispes, che ha tracciato l'identikit dell'Italia e sottolineato il crescente appeal della Massoneria, che ha saputo intercettare valori condivisi e farsene portatrice, a partire dal Grande Oriente in particolare, che cresce al ritmo di quasi 700 nuovi iscritti all'anno, e che dal primo gennaio 2015 al 31 marzo, in soli tre mesi dunque, come ha riferito Bisi, ha registrato la cifra record di 701 richieste di affiliazione. Sono poi intervenuti l'europarlamentare Renato Soru, fondatore di Tiscali, già presidente della Regione Sardegna, che ha sottolineato il bisogno che hanno l'Italia e l'Europa di nuove grandi visioni; Mario Caligiuri, pedagogista della comunicazione dell'Università della Calabria, che ha fatto appello a investire nella cultura e nella formazione; Pierluigi Barrotta, filosofo della scienza dell'Università di Pisa; Maurizio Borghi, esperto Miur, rappresentante del nostro paese nel team Innovazione all' Ocse, che ha fatto il punto sui mutamenti sempre più rapidi e globali di cui siamo protagonisti. E infine di Sebastiano Scrofina, 31 anni, laureato in filosofia, esperto di sistemi monetari non convenzionali, l'ideatore di Dropis, una sorta di credito di baratto che permette di comprare, vendere, usufruire di servizi e prestare la propria opera, senza ricorrere al denaro. La seconda tavola rotonda si è tenuta nella serata dell'11 aprile. Titolo "Italia, per chi non si arrende". Protagonisti due medici in prima linea come volontari nelle zone più disagiate del mondo: Manlio Leonardi, che presta assistenza agli immigrati che arrivano sui barconi nel Canale di Sicilia e Fabrizio Pulvirenti, l'italiano contagiato e guarito dall'Ebola. Due eroi dei nostri giorni, li ha definiti il Gran Maestro Bisi che, a conclusione dell'incontro, ha consegnato una "Giordano Bruno" ad Antonio Salce, un Fratello italo-americano che ha fatto l'impossibile per salvare la vita a un lupetto, così vengono chiamati i figli dei liberi-muratori, che lontano da casa, negli Stati Uniti, aveva subito un tragico incidente. Non solo dibattiti alla Gran Loggia di Rimini ma anche tanti appuntamenti con i libri, organizzati dal Servizio Biblioteca. Ampio spazio al Palacongressi alla solidarietà con l'Expo coordinata dalla Fism (Federazione Italiana di Solidarietà Massonica). Cinque le mostre aperte al pubblico: una dedicata a Garibaldi, un'altra al "Novecento italiano" a cura dalla collezione Allori; poi le due esposizioni a cura del Servizio Biblioteca: "Il Grande Oriente nella storia del novecento" e "La satira antimassonica". Infine i francobolli con l'Associazione italiana di Filatelia, l'Aifm-Goi. Testimonial dell'assise di Rimini infine Giovanni Becciolini, massone ucciso a Firenze dagli squadristi fascisti nell'ottobre nel 1925 al quale la Gran Loggia ha reso omaggio consegnando al figlio Bruno l'onorificenza di Gran Maestro Onorario alla memoria. A questa figura straordinaria ha voluto dedicare un breve ricordo anche il viceministro delle Infrastrutture Riccardo Nencini, ospite a Rimini.

Gran Loggia 2015
Dalla materia la luce. Una scultura del maestro Fusari dedicata all'assise che si è tenuta a Rimini

"La luce irrompe nelle fitte trame che il buio tesse...il velo è squarciato...la bellezza si rivela. Questa è una luce per il futuro". Il maestro Maurizio Fusari, scultore e orafo, che si è formato alla scuola del grande Gio' Pomodoro, ex venerabile della loggia Bruto Crippa (979) di Pavia, ha portato a Rimini la sua ultima creazione. Uno splendido oggetto dedicato alla Gran Loggia 2015, destinato a diventare il primo esemplare di una preziosa collezione che andrà ad arricchirsi ogni anno.Parte dell'incasso di questo vero e proprio gioiello, che ha il patrocinio del Grande Oriente d'Italia, sarà destinato di volta in volta a un'associazione che si occupa di aiutare i più fragili e più bisognosi. Si comincerà con la onlus milanese Pane Quotidiano. Poi toccherà agli Asili Notturni di Torino. Realizzato in fusione a cera persa la piccola e splendida scultura vuole essere, come ha spiegato l'autore, un grande auspicio per l'umanità. "L'auspicio che ogni uomo trovi la luce dentro di sé, che ogni nuovo giorno si rivesta di speranza perché le ombre del passato non possano eclissare la luce del nostro futuro". E' questo il messaggio che il maestro ha voluto affidare alla sua opera. Fusari, che ha il suo laboratorio a Graffignana, un provincia di Lodi, insieme a due amici e collaboratori Laura Franchini e Pietro Alfano, gode di una grande fama internazionale. I suoi pezzi sono stati esposti al Guggenheim Museum e molte sue statue sono state collocate al centro di piazze di importanti comuni. Ha tenuto mostre al Parlamento Europeo di Strasburgo, a Monte Carlo, a Dubai, a Istanbul, al Museo del diamante di Anversa. Scrive il Grande Oratore Claudio Bonvecchio nella brochure di presentazione: "L'uomo ha bisogno di un cuore puro che faccia della sua vita una vera vita pulsante. Ha bisogno di una vita che si trasformi nella luce che tutto rischiara: nella luce che vince le tenebre. Ci vuole una luce che, come simboleggia questa piccola scultura, erompa dalla materia e si innalzi orgogliosa e potente al cielo dello spirito. E' necessario che la luce, come questa minuscola scultura, si trasformi nel Graal che ci indichi la strada: la strada per le rotte stellari che ci attendono".

Indirizzo email: lucefuturo@yahoo.com

Gran Loggia 2015
Tantissime le delegazioni delle Obbedienze straniere a Rimini

Oltre 3 mila Fratelli hanno partecipato alla Gran Loggia di Rimini che si è tenuta dal 10 al 12 aprile al Palacongressi. Tante anche le presenze straniere. All'assise ha partecipato Thomas Jackson Presidente Onorario della Conferenza Mondiale delle Grandi Logge e Gran Maestro Onorario del Grande Oriente d'Italia, Luciano Critelli, Ufficiale Esecutivo per l'Italia dell'Ordine giovanile DeMolay. Accompagnato da quattro Fratelli Aleko Poshnjari, Arben Shtylla, Isa Daja e Maksim Kona il Gran Maestro della Gran Loggia d'Albania Elton Caci. Presente anche il Gran Maestro ad vitam Robert Heyat della Gran Loggia dell'Azerbaijan con il Gran Segretario Emil Hasonov. A rappresentare l'obbedienza del Montenegro, il Gran Maestro Aggiunto Bozo Sibalic, insieme a Ranko Šćepanović. Per la Gran Loggia di Mauritius è intervenuto iJean Aussel, assistente del Gran Maestro. Per la Repubblica di San Marino il Gran Maestro Andrea Negri insieme a Manuel Micheloni, Deputato Gran Maestro e Italo Casali, Ex Gran Maestro. Per la Gran Loggia della Moldavia presente Claudiu Ionescu, assistente del Gran Maestro. Per la Gran Loggia della Croazia Cesare Canilli, Grande Rappresentante della Gran Loggia della Repubblica di San Marino presso la Gran Loggia della Croazia. Per la Gran Loggia regolare del Belgio l'ex Gran Maestro Eli Peeters. Per la Repubblica Ceca il Gran Maestro Aggiunto Pavel Marek con i Fratelli Marco Pasqualetti Grande Rappresentante, Mauro Ruggiero, Maestro Venerabile della "Giovanni Santini", ( 22) di Praga e Carmelo Casto della stessa officina. Per la Gran Loggia regolare di Serbia il Gran Maestro Ranko Vujacic con il Grande Rappresentante Vasa Vitanović. Per la Gran Loggia Nazionale Francese l'assistente del Gran Maestro Zavoche Houchangnia insieme al Grande Ispettore Nazionale Gaspare Giallo con i Fratelli Dominique Charpentier, Gran Maestro Provinciale Alpes Méditerranée, Patrick Berard Gran Maestro Aggiunto Provinciale Alpes Méditerranée, Vincent Esposito, Assistente Gran Maestro Provinciale Alpes Méditerranée, Ezio Verzetti, Grande Intendente Nazionale, Alain Curti, Grande Esperto Provinciale Alpes Méditerranée e Marziano Pagella, Grande Rappresentante presso il Goi. Per la Gran Loggia di Spagna presente Federigo Reale, garante d'amicizia. Per la Gran Loggia del Sud Australia e dei Territori del Nord Alessandro Antenore, garante d'amicizia. Per la Gran Loggia Nazionale di Romania il Gran Maestro onorario ad vitam Mircea Gheordunescu. Per la Gran Loggia di Cuba il Gran Segretario Asdrubal Adonis Pages Manals e il responsabile delle relazioni internazionali Raimundo Gomes Cervantes. Per la Gran Loggia Svizzera Alpina il Gran Maestro Aggiunto Ueli Haudenschild. Per la Gran Loggia dell'Illinois il Gran Rappresentante e assistente del Gran Cancelliere Domenico Mancini. Per la Gran Loggia del distretto di Columbia il Gran Maestro Jeffrey Russell. Per la Gran Loggia del Lussemburgo, l'ex Gran Maestro Paul Geisen. Per la Gran Loggia d'Austria il Gran Maestro Georg Semler. E infine per le Grandi Logge Unite di Germania il Gran Maestro Rudiger Templin. Presente anche come osservatore Davut Berker della Gran Loggia di Turchia. Alla Gran Loggia presenti anche i rappresentanti dei Riti.

Gran Loggia 2015
"Sulle note del Fratello Mozart". Vota il concerto su Italive

Il concerto sinfonico "Sulle note del Fratello Mozart" realizzato la sera dell'11 aprile in occasione della Gran Loggia 2015 è stato molto apprezzato tanto che 'Italive' lo ha definito uno degli eventi più significativi nei primi mesi dell'anno e lo ha ammesso alle votazioni per il Premio Italive 2015. Al Palacongressi di Rimini si sono esibiti l'Orchestra sinfonica 'Città di Arezzo', diretta da Paolo Belloli, e Francesco Attesti, solista al pianoforte, che il Gran Maestro Stefano Bisi ha insignito dell'onorificenza "Giordano Bruno". Il concerto sarà presto on line in video e, nel frattempo, chi ha potuto seguirlo dal vivo potrà esprimere il proprio gradimento votando su Italive.it che informa sui migliori eventi italiani per tutto il 2015. A fine anno, una commissione di esperti, giudicherà il vincitore che sarà premiato a Roma presso l'Area Archeologica dello Stadio di Domiziano (Piazza Navona).

Vota qui

Milano
Il 19 aprile inaugurazione della Casa Massonica con il Gran Maestro

Alla presenza del Gran Maestro Stefano Bisi, della Giunta del Goi e di esponenti della Libera Muratoria internazionale, il 19 aprile avrà luogo a Milano la consacrazione della nuova Casa Massonica di via Gian Battista Pirelli 5, che si propone di diventare un polo di accoglienza non solo dei Fratelli milanesi e lombardi, ma di tutta la Comunione nazionale ed estera, anche in vista dell'Expo 2015. La nuova sede sarà aperta a tutti quei Fratelli che giungeranno a Milano dal mondo intero e che vorranno lavorare ritualmente con i Fratelli di Milano e della Lombardia. La Casa dispone anche di una ampio e confortevole Ristorante. Si corona così un sogno che è diventato realtà dopo più di 20 anni: dotare la Massoneria Milanese di una Casa, degna del ruolo che questa città e questa regione hanno nel contesto nazionale e massonico. La sede di 2.000 metri quadri, posta nel cuore di Milano, è servita da parcheggi, da linee di superficie, da linee metropolitane urbane e da una suburbana e si trova a poche decine di metri dalla stazione Centrale di Milano: è, dunque, facilmente raggiungibile non solo dai Fratelli milanesi e dell'area metropolitana, ma anche da quelli che provenendo da tutta la regione o da tutta Italia volessero lavorare coi Fratelli milanesi. La Casa è stata realizzata grazie alla generosità dei Fratelli che acquistarono, 60 anni fa, la proprietà di Corso di Porta Nuova, la vendita della quale ha permesso la realizzazione della nuova Casa Massonica. Sogno reso concreto dal desiderio dei Fratelli milanesi di oggi, che hanno contribuito fattivamente, insieme ai Fratelli lombardi, alla conclusione di un percorso non privo di difficoltà, ma che il coraggio e l'azione hanno saputo trasformare da traguardo desiderato negli anni '50 a meta finalmente raggiunta, oggi. Di certo il raggiungimento di questo importante obiettivo è dovuto anche allo stimolo di chi ha saputo guidare in questi anni il Consiglio dei Maestri Venerabili di Milano. Ma grande stimolo è arrivato anche dal Presidente della Società Olona Umberto Alliata e dal Presidente della Circoscrizione Lombarda Enzo Liaci. Va sottolineato il ruolo svolto dal Consigliere dell'Ordine Giorgio Mondina, che ha seguito con scrupolo e attenzione la costruzione dei Templi sotto il profilo della corretta interpretazione dei contenuti esoterici e simbolici. Quei contenuti che guideranno i Fratelli in un viaggio esoterico verso il cuore dell'edificio, dove tutte le parti che lo compongono, dall'ingresso (con i 10 gradini che rimanda alla completa realizzazione di se stessi) al percorso d'accesso all'Agorà (luogo di sosta e di riflessione, dove il richiamo ai valori sociali della Libertà, Uguaglianza e Fratellanza) ci rammenta la storia della nostra Istituzione. Quello del 19 aprile si annuncia un grande appuntamento, che rimarrà nella storia della Massoneria milanese e lombarda. Un "inizio" che, ponendo le proprie radici nella secolare tradizione latomistica milanese e lombarda, permetterà di guardare al futuro. La sera del 18 aprile, che anticipa l'inaugurazione, è prevista la Festa Annuale dello Shrine presso l'Hotel Melià di Milano (ore 19). Sarà presente il Gran Maestro Stefano Bisi.

Enna
Innalzate le colonne della "Paolo Ungari"

E' nata una nuova loggia ad Enna. Il 14 marzo scorso, presso la Casa Massonica della città siciliana sono state innalzate le colonne dell'officina "Paolo Ungari" (1480) dall'oratore del consiglio del Collegio Circoscrizionale Augusto Bricola. Sono intervenuti alla cerimonia numerosissimi Fratelli provenienti da tutti gli Orienti della Sicilia, i quali hanno voluto manifestare la loro felicità per la Fondazione della nuova loggia.

Palermo
La Loggia Madre e il suo significato esoterico al centro dell'incontro il 20 marzo nella Casa Massonica

"Ora come ieri, compiremo tutto il nostro dovere di liberi muratori! In un momento così grave l'assenza non può essere giustificata e perdonata. Nessuno manchi". Era il 24 aprile 1915 quando veniva diffuso questo forte messaggio ai Fratelli. Il 20 marzo del 2015, a cento anni di distanza, le logge Azzurre di Palermo – Valle dell'Oreto hanno nuovamente raccolto quell'invito e sono stati tanti i Fratelli a partecipare all'incontro che si è tenuto presso la Casa Massonica di Palermo. Suggestivo e ricco di stimoli, è stato il tema trattato nella tornata: "La Loggia Madre: significato esoterico per ciascun Massone e perle Logge che a loro volta vengono costituite tramite gemmazione". A illustrarlo Gaetano Lo Manto al quale poi sono seguiti altri interventi. Le Logge coinvolte dall'evento sono state la Cosmos (282) con il maestro venerabile Filippo Maria Fundarò, la Logos (283) con il maestro venerabile Angelo DiFede, la Noos (284) con il maestro venerabile Vincenzo Corsale, la Pasquale Ragusa (760) con il maestro venerabile Giuseppe Brischetto e la Bios (776) con il maestro venerabile Antonino Marotta. Tra le colonne del tempio anche Giuseppe Trumbatore, Presidente del Collegio Circoscrizionale della Sicilia e Giuseppe Briguglio, Garante di Amicizia.

Lipari
"Le Eolie e la massoneria", convegno il 24 e il 25 aprile a Lipari

"Le Eolie e la massoneria" è il tema del Convegno che promosso dal Grande Oriente d'Italia e dal Centro Studi Eoliano, con il patrocinio del Comune di Lipari, si terrà a Lipari il 24 e il 25 aprile 2015. Tra i relatori, Giuseppe La Greca, che tratterà di momenti e aspetti salienti della storia della massoneria nelle Eolie in periodo prefascista, e Santi Fedele, che rievocherà la vicenda del Gran Maestro Domizio Torrigiani e degli altri massoni confinati a Lipari in ragione della loro opposizione al regime. Concluderà i lavori Stefano Bisi, Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia.

Locandina

Firenze
L'8, il 9 e il 10 maggio Simposio Internazionale delle logge "Europa" dedicato alla solidarietà

Nei giorni 8,9 e 10 maggio si terrà a Firenze il consueto appuntamento annuale del Simposio Internazionale delle Logge massoniche "Europa", giunto alla ottava edizione e organizzato dalla "Europa 92" (1078) del capoluogo toscano con il proprio Maestro Venerabile Silvio Campigli. Ad annunciarlo il segretario esecutivo dell'Isel Flavio Bindi. All'evento, che coincide con la ricorrenza dei 150 anni di Firenze Capitale e dei 750 anni della nascita di Dante Alighieri, parteciperanno tutte le 19 officine che vi aderiscono, rappresentative di 11 Paesi: Italia, Austria, Francia, Romania, Serbia, Ungheria, Bosnia-Hertzegovina, Grecia, Spagna, Belgio e Germania. Il tema dei lavori sarà incentrato sulla solidarietà. Il tema sarà "Europa dei Popoli e delle Nazioni: Solidarietà e Progetti Comuni". Il Simposio delle Logge "Europa" - evento nato nel 2008 grazie all'intuizione di Luigi Liverani di Riccione - Presidente dell'Isel - e al sostegno degli altri Maestri Venerabili delle altre logge fondatrici, aventi tutte il titolo distintivo "Europa" (Fausto Scheggi, "Europa 92" 1078 di Firenze; Mario Porcu, "Europa" 1165 di Cagliari; Eric Tedeschi, "Chaine d'Union Europeenne" 183 di Longwy, Francia; Christian Türk della "Europa zu Neuen Welten" di Vienna, Austria; Vladimir Dumitru, "Europa Unita" 27 di Bucarest, Romania). L'evento si aprirà venerdì 8 maggio con l'incontro dei Fondatori e dei Maestri Venerabili in carica ed in rappresentanza delle Logge partecipanti, sotto il coordinamento del Segretario Esecutivo Bindi della loggia "Europa 92" di Firenze, nel corso della quale saranno discussi i progetti di solidarietà che ciascuna Loggia aderente all'Isel è tenuta a proporre, nell'obiettivo di concordare un'azioneconcreta su scala europea, attraverso l'adozione di un progetto comune di solidarietà. All'evento pubblico, che si terrà nei saloni dell'Hotel Mediterraneo (Firenze, Lungarno del Tempio) sabato 9 maggio a partire dalle ore 9:30, è prevista la partecipazione di numerose personalità del mondo istituzionale; lo stesso giorno, alle ore 17:30 si apriranno le Porte del Tempio per i Lavori Rituali.

Programma

Alghero
Insieme per un mondo meraviglioso. La Massoneria della gioia e della condivisione dei valori. Appuntamento il 9 maggio

In occasione del XX anniversario del risollevamento delle colonne della loggia "Vincenzo Sulis" (1143) il prossimo 9 maggio sarà celebrata ad Alghero la cerimonia di gemellaggio con "Mare Nostrum" (25) di Taragona. Cerimonia alla quale parteciperanno il Gran Maestro Stefano Bisi con il Gran Segretario Michele Pietrangeli e il Gran Maestro della Gran Logia De Espana Oscar de Alfonso Ortega, insieme al Gran Maestro provinciale della Catalogna Carles Font. All'evento sono stati invitati a partecipare i Fratelli di tutta la Circoscrizione. I lavori rituali in grado di apprendista avranno inizio a Quartè Sayal (Lungomare Garibaldi) dopo le operazioni di registrazione alle ore 16,30 e termineranno alle 20,30.

Manifesto

Pistoia
Libere conversazioni della "Giustizia e Libertà". I prossimi appuntamenti il 12 e 29 maggio

Continua il ciclo delle libere conversazioni organizzate dalla loggia "Giustizia e Libertà" (1076) di Pistoia quest'anno dedicato all'approfondimento delle principali religioni monoteiste. Dopo gli incontri di marzo e l'ultimo del 16 aprile, il prossimo appuntamento è il 12 maggio alle 21 con il professore di storia dell'ebraismo dell'Università del Salento Furio Biagini nel tempio di via San Pietro, 3. Seguirà il 29 maggio l'incontro con Youssef Sbai, vicepresidente dell'Ucooi (Unione delle comunità islamiche italiane), che esaminerà il significato della Fratellanza secondo gli insegnamenti della religione islamica.

Locandina

Massa Marittima
L'esempio massonico: i principi della solidarietà per combattere l'indifferenza. Convegno il 16 maggio

"L'esempio massonico: i principi della solidarietà per combattere l'indifferenza": è il titolo del convegno pubblico organizzato dalla loggia "Giustizia e Libertà" (823) di Massa Marittima che si terrà il 16 maggio alle ore 9 nella Sala Congressi del "Palazzo dell'Abbondanza" di via Goldoni e al quale è prevista la partecipazione del Gran Maestro Stefano Bisi. Apriranno i lavori Alessandro Bindi, venerabile dell'officina, Francesco Borgognoni, presidente circoscrizionale della Toscana e il sindaco Marcello Giuntini. Relatori la giornalista Velia Iacovino, che modererà l'incontro, il Gran Maestro Aggiunto Sergio Rosso, presidente degli Asili Notturni di Torino e del Piccolo Cosmo, Marco Cauda, segretario della Federazione Italiana di Solidarietà Massonica, Mauro Ruggiero, ricercatore presso il Dipartimento di lingue e letterature romanze dell'Università Carlo IV di Praga, Alberto Cuomo, maestro venerabile della "University of Birmingham Lodge" (5628) della Gran Loggia Unita d'Inghilterra.

Tra Umbria e Sabina
Testimonianze esoteriche e storiche. Doppio convegno il 17 maggio a Rivodutri e a Morro Reatino

Testimonianze esoteriche e storiche tra Sabina e Umbria. E' il convegno che si terrà a Rivodutri nella Sala Arcadia, e nella sede municiplale di Morro Reatino, domenica 17 maggio. A organizzarlo l'Associazione Culturale Amici della Sabina, l'Associazione Garibaldina Pietro Faustini di Terni e il Centro di documentazione antropologica in Valnerina. Per l'occasione verrà trasmesso l'annullo filatelico speciale con busta sul tema "La Porta Alchemica di Rivodutri" a cura dell'Aifm e di Poste Italiane, a disposizione dalle ore 9 alle 13. Esoterico è tutto ciò che è riservato ad un pubblico di discepoli o di adepti e il cui significato non è immediatamente comprensibile al grande pubblico. Non sempre è qualcosa di oscuro: certamente necessita di chiavi di lettura per la sua interpretazione. Si tratta di iscrizioni, di simboli utilizzati da piccole comunità per riconoscersi o diffendere al proprio interno concezioni della vita, esperienze filosofiche, mistiche o religiose. La Sabina è ricca di importanti reperti archeologici, ma anche di testimonianze di grandi avvenimenti storici e di archivi che sono una preziosa miniera. L'apertura dei lavori è in programma a Rivodutri per le 9,30 nella Sala dell'Arcadia, dove si esibirà la banda comunale. Seguirà il saluto del sindaco, l'avv. Barbara Pelagotti. Poi Valerio Leoni e Monica Sampalmieri terranno una relazione sul tema "Alchimia e Massoneria: convergenze e definizioni. Il caso della Porta Alchemica di Rivodutri". Dopo la pausa delle 12,30 i lavori riprenderanno fino alle 12,45. Interverranno Felice Paniconi (Il significato storico della porta) e Luciano Tribani (Tracce esoteriche in provincia di Rieti). Nel pomeriggio è prevista una visita guidata alla Porta. Subito dopo traferimento nella sede municipale di Morro Reatino. Aprirà la seconda parte della conferenza il sindaco, ing.Gabriele Cintia Lattanzi. Racconterà di Garibaldi dalla Valnerina a Norcia Agostino Lucidi. "Il mecenate garibaldino Bernando Blasi (1849)" sarà al centro della relazione di Gino Martellucci. Sergio Bellezza si soffermerà sulla figura di Guglielmo Miliocchi (Da Morro ad Argonno- Francia 1914). La giornata si concluderà con la visita a Casa Poiani di Morro, dove Garibaldi si fermò il 29 gennaio del 1949.

Programma

Rito Simbolico
"La Grande Guerra tra squadra e compasso", incontro a Casa Nathan il 23 maggio

"La Grande Guerra tra squadra e compasso" è il tema dell'incontro organizzato dal Collegio "Capitolium" del Rito Simbolico il 23 maggio alle 9,30 a Casa Nathan a Roma. Aprirà i lavori il presidente del "Capitolium" Giuseppe Titone. Presenterà il convegno Alessandro Gioia. Poi interverranno i relatori: Riccardo Scarpa (Rapporto tra Massoneria e interventismo), lo storico Carlo Ricotti (L'ispirazione massonica della Costituzione del Carnaro), lo psichiatra Domenico Mazzullo (La grande illusione). Moderatore Gioia.

San Patrignano
Secondo Forum dell'economia positiva

Dal 9 al 10 aprile nel centro di recupero di San Patrignano si è svolto il secondo forum sull'economia positiva. Hanno aperto i lavori Letizia Moratti co-fondatrice della Fondazione San Patrignano ed il Presidente di Planet Finance Group Jacques Attali. Lo sviluppo di un modello di economia responsabile, sostenibile ed inclusivo è l'obbiettivo del movimento, e a distanza di un anno i relatori hanno illustrato i passi in avanti realizzati nel 2014 su tematiche e aree di interventi diversi: dalla persona, alla finanza, dalla pubblica amministrazione, all'ambiente. Fra le innovazioni nell'ambito relativo alla persona e alla diffusione di un nuovo modello economico si segnalano i recenti corsi alla Bocconi di Milano e alla Luiss di Roma con il Master in gestione dell'impresa sociale. Sul capitolo finanza, la legge italiana che per la prima volta riconosce in modo esplicito all'impresa privata la potenzialità di generare crescita inclusiva e sostenibile. Crescita e normativa nuova per il terzo settore, ora allo studio del governo. Settore importantissimo da sviluppare proprio nell'ottica di una economia positiva e sostenibile. Al forum, sono intervenuti, oltre alla Presidente della Rai, Anna Maria Tarantola e Stefania Giannini Ministro dell'Istruzione, molti Amministratori Delegati di importanti società Internazionali, i quali hanno sottolineato come sia determinante inserire nel diritto d'impresa la missione positiva delle aziende con particolare richiamo alla ripartizione degli utili, all'attenzione per l'energie rinnovabili, all'accesso al credito a lungo termine. Il Gran Maestro Onorario Mauro Lastraioli ha voluto, anche quest'anno partecipare a titolo personale e della Istituzione a questa importante iniziativa confermando l'appoggio ed il rispetto che il Grande Oriente ha sempre dimostrato verso la Fondazione di San Patrignano.

Storia
A Novara il 18 aprile "La Guerra del Dopoguerra"

"La Guerra del Dopoguerra", l'inferno a portata di mano. Incontro il 18 aprile dedicato al primo conflitto mondiale. L'appuntamento è per le ore 16 all'albergo Italia di Novara in via Gen. Solaroli 10. Verrà proiettato anche un documentario. Seguiranno gli interventi di Eugenio Torre, Daniele Barone, Francesco Gallarini. Verranno lette dai ragazzi del DeMolay alcune lettere dal fronte. Concluderà Andrea Macchioni, vicepresidente del Collegio circoscrizionale Piemonte e Valle d'Aosta.

Sullo scaffale
"Momenti di trascurabile infelicità" di Francesco Piccolo

Nel 2011 era stato tempo di "Momenti di trascurabile felicità". Ora Francesco Piccolo, scrittore premio Strega nel 2014 con Il desiderio di essere come tutti, recentemente sceneggiatore del film "Il nome del figlio" di Francesca Archibugi, ci racconta "Momenti di trascurabile infelicità" (Einaudi editore), una perfida e comica enciclopedia portatile dei momenti di cui è fatta la vita. Ridere dei momenti di tristezza è un controsenso di quelli che possono cambiarti la giornata. Eppure, a saperli prendere, i contrattempi, gli accidenti, i lancinanti dolori momentanei, spesso risultano assolutamente esilaranti. Purché siano di entità trascurabile e vissuti con allegria, appartengono di diritto alla gioia di vivere.

Milano, 17 aprile 2015 (Corriere della Sera - Sette)
Tra leggende cattoliche e simboli massonici, ecco la Milano esoterica

Roma, 17 aprile 2015 (Avvenire)
Giordano Bruno: come fu che la "pietra d'inciampo" divenne una statua

Ravenna, 17 aprile 2015 (Settesere Qui)
Fascisti a caccia di massoni

Roma, 17 aprile 2015 (Lindro)
Troppe bugie sulla Massoneria

Saronno, 17 aprile 2015 (Il Notiziario)
Razzano: "Barlassina non sia canditato dal Pd". Ma poi i garanti...

Radicofani, 17 aprile 2015 (Toscana Oggi)
Riscoperta nel comune di Radicofani la processione più antica della Toscana

Foggia, 15 aprile 2015 (Quotidiano di Foggia)
Donazione dei cimeli dei riti massonici appartenuti all'illustre studioso Carlo Gentile

Rimini, 13 aprile 2015 (Il Resto del Carlino)
Al Palas l'appello del Grande Oriente: "Coraggio per cambiare"

Rimini, 13 aprile 2015 (La Voce di Romagna)
I massoni salutano dopo tre giornate di pieno

Rimini, 13 aprile 2015 (La Tribuna Sanmarinese)
Al convegno massoneria ospite medico sopravvissuto all'Ebola

Rimini, 12 aprile 2015 (Altarimini.it)
Al convegno Massoneria ospite medico sopravvissuto all'Ebola: 'tornerò in Africa'

Rimini, 11 aprile 2015 (Ansa)
Grande Oriente, nuova Italia con giovani e cultura. Allocuzione Gran Maestro Bisi a lavori Gran Loggia 2015 a Rimini

Rimini, 11 aprile 2015 (AgenParl)
Rimini, Grande Oriente d'Italia: seconda giornata al via

Rimini, 11 aprile 2015 (Reggio TV)
Massoneria, la Calabria ai primi posti

Rimini, 11 aprile 2015 (AgenParl)
Rimini, Grande Oriente d'Italia: alla Gran Loggia 2015 si parla di cambiamenti

Rimini, 11 aprile 2015 (Il Fatto Quotidiano)
Rimini, massoneria a convegno. Il gran maestro Bisi cita Vasco e Pierangelo Bertoli

Rimini, 11 aprile 2015 (Smtvsanmarino.sm)
Rimini: massoneria, 700 nuovi affiliati all'anno per Grande Oriente d'Italia

Rimini, 11 aprile 2015 (Corriere della Calabria)
"Grande Oriente", cresce il numero degli affiliati

Rimini, 10 aprile 2015 (Il Resto del Carlino)
Il Grande Oriente lancia l'Astronave

Rimini, 10 aprile 2015 (AgenParl)
Rimini, Grande Oriente d'Italia: Fara presenta Rapporto Italia 2015 Eurispes

Rimini, 10 aprile 2015 (Il Fatto Quotidiano)
Rimini, massoni a convegno. Bisi: "In logge nessuna infiltrazione della mafia"

Copyright © 2015 Grande Oriente d'Italia, Tutti i diritti riservati.


rimuovermi da questa lista