Copy
View this email in your browser
NEWSLETTER n.2/2020 
DELLA CONSIGLIERA REGIONALE DI EUROPA VERDE 
SILVIA ZAMBONI 

PERISCOPIO

Benvenute, Benvenuti/2

Rieccomi con la seconda newsletter “È l’ora della svolta verde”, che da questo numero avrà cadenza mensile. Sarà il nostro “filo verde” per tenervi aggiornati sulle mie attività in Regione Emilia-Romagna come Consigliera di Europa Verde e Vice Presidente dell’Assemblea Legislativa. Senza trascurare informazioni sulla Regione ER e sulla galassia verde europea, con in più qualche consiglio di lettura per approfondire tematiche di rilievo.

Rispetto alla newsletter precedente, troverete una nuova sezione: “Eco dalla stampa”, che documenta le uscite su quotidiani, radio e tv. Con l’ovvia speranza che l’Eco si amplifichi progressivamente e che cada quella sorta di muro di gomma mediatico su cui rimbalzano, senza penetrarlo, le news targate Verdi/Europa Verde. Starà ovviamente anche a noi realizzare iniziative che sia impossibile non rilanciare sui media.

Come l’avvio del progetto 4,5 milioni di nuovi alberi, uno per ogni emiliano-romagnolo, che la Giunta regionale ha presentato alla stampa il 4 giugno, senza ricordare - ahimè - che questo progetto, fatto proprio dal Presidente Bonaccini in campagna elettorale per le regionali, faceva parte del programma di Europa Verde, che l’aveva presentato in una conferenza stampa il 21 novembre dello scorso anno, in occasione della Festa degli Alberi. Ciò non toglie che abbiamo accolto con soddisfazione l’annuncio dell’avvio del progetto con la piantumazione dei primi 500mila esemplari. Per la definizione complessiva di questo programma abbiamo già attivato un gruppo di lavoro, coordinato a livello regionale da Sauro Turroni, del quale fanno parte esperti della materia di rilievo nazionale. Su questo progetto in divenire ci confronteremo con la Giunta, convinti che le variabili da considerare siano tante e complesse, e che non basti quindi piantare alberi senza prima elaborare un disegno strategico preciso, contrassegnato da obiettivi altrettanto specifici. In particolare, rispetto a quanto già annunciato dalla Giunta:

  • non ci sembra equilibrato destinare la maggior parte degli alberi (2 milioni) all'asta del Po invece di prevedere una loro collocazione nelle zone del territorio che hanno maggiori esigenze di contrastare l'inquinamento, la produzione di polveri sottili e l’inquinamento acustico come autostrade e superstrade della Regione e le tante zone industriali;
  • la ciclovia lungo il Po è un'ottima cosa e come Verdi l’appoggiamo senza remore, tuttavia in materia di messa a dimora di nuovi alberi la priorità deve essere data alle città, al reperimento di aree al loro interno e nel loro immediato intorno;
  • serve definire metodi/linee-guida per individuare le aree più idonee alla piantumazione, quelle più bisognose di interventi di riforestazione;
  • in via preferenziale gli alberi dovrebbero provenire dai vivai regionali, purtroppo per lo più dismessi negli anni scorsi, vivai regionali di cui i Verdi propongono la ricostituzione anche per avere a disposizione piante davvero autoctone.

Su questi punti, ed altri allo studio del gruppo di lavoro, ho già chiesto alla Giunta di tenerne conto nei successivi passaggi di definizione del progetto, dando la piena disponibilità dei Verdi a collaborare.

Fumata Verde” anche sul fronte turismo sostenibile: nella seduta del 27 maggio u.s. l’Assemblea legislativa regionale ha approvato il mio ordine giorno (numero 3 collegato al Progetto di Legge della Giunta 306 “Interventi destinati al sostegno finanziario delle imprese emiliano-romagnole”) che impegna la Giunta regionale “a prevedere – in sede di redazione dei bandi per l’erogazione dei contributi a fondo perduto destinati alle aziende ricettive, e con riferimento ai criteri e alle tipologie di intervento – specifiche premialità per i progetti che includono interventi con finalità ambientali ed energetiche in questi campi:

  • riduzione della presenza della plastica sull’ambiente;
  • impiego di fonti di energia rinnovabile,
  • efficientamento energetico;
  • supporto alla mobilità sostenibile;
  • raccolta differenziata dei rifiuti.

Adesso, non resta che vigilare perché i fondi vengano davvero stanziati e assegnati dalla Giunta sulla base di queste premialità. Con l’ambizione di fare approvare anche un altro progetto che ci sta a cuore: quello della Riviera Adriatica eolico-solare, un progetto che coniuga elementi ambientali ed energetici alla promozione di un turismo attrattivo per le categorie di ospiti, in particolare europei, più sensibili alle tematiche ambientali. E che rappresenta anche l’opportunità di creare un sistema locale di produzione di elettricità e calore da fonte solare-eolica con evidenti benefici economici sui bilanci delle aziende coinvolte grazie ai tagli sulla loro bolletta energetica.

Con la speranza di potervi aggiornare al più presto anche su questo, e su altri passi avanti in direzione della svolta Verde e della transizione ecologica che sono impegnata a promuovere, vi ringrazio di aver letto fin qui e vi auguro – spero – buona lettura.

Silvia Zamboni

LA MIA ATTIVITÀ ISTITUZIONALE
(Clicca sull'immagine per vedere il video)

4,5 milioni di nuovi alberi in Emilia-Romagna: parte il progetto di Europa Verde
Non può che riempirmi di soddisfazione l’annuncio della Giunta regionale di avviare – con i primi 500mila – l’operazione di piantumazione di 4,5 milioni nuovi alberi proposta dai Verdi Emilia-Romagna in campagna elettorale per le regionali. Come Verdi siamo quindi pronti a dare il nostro contributo alla definizione delle future fasi del programma.
Approvato il mio ordine del giorno per sostenere aziende turistiche che fanno investimenti green
L’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna ha accolto il mio ordine del giorno che, nell'ambito del progetto di legge approvato “Interventi destinati al sostegno finanziario delle imprese emiliano-romagnole”, sollecita la Giunta regionale a prevedere specifiche premialità, in sede di redazione dei bandi, alle imprese che realizzano progetti con finalità ambientali ed energetiche.
 

Le proposte di Europa Verde Emilia-Romagna per fermare il caporalato

Per combattere il caporalato e il lavoro nero in agricoltura – un fenomeno presente anche in Emilia-Romagna, come dimostrano alcune recenti indagini condotte dalla Magistratura – la Regione deve promuovere un Patto per il Giusto Compenso al Lavoro Agricolo. E’ la richiesta che ho sottoscritto e presentato alla stampa insieme a Paolo Galletti, come me co-portavoce della Federazione dei Verdi/Europa Verde Emilia-Romagna.
 

La ripartenza non sia trampolino per opere stradali dannose per l’ambiente. Mie interrogazioni alla Giunta su Cispadana e Sassuolo-Campogalliano

In una fase in cui la scienza si interroga sull'eventuale legame tra inquinamento e diffusione del coronavirus – mentre è già assodato quello esistente tra smog e le migliaia di decessi prematuri nel bacino padano – e in cui i cittadini sembrano sempre più sensibili ai temi ambientali e all'emergenza climatica, occorrerebbe premere il freno anziché l’acceleratore rispetto all'apertura di cantieri per la realizzazione di grandi infrastrutture viarie.
 

Mascherine Lavabili e Ricerca su Covid19. Mio intervento in Commissione Politiche per la Salute

Intervenendo nel corso dei lavori della commissione sanità, ho sottolineato due temi: lo smaltimento delle mascherine usa e getta e la possibilità di distribuire mascherine riutilizzabili (lavabili); il contributo del sistema sanitario dell’Emilia-Romagna alla ricerca medica sul covid19, in particolare sulla plasmaterapia.
GOOD NEWS DALLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Regione Emilia-Romagna: Nuovi investimenti per la “Cura del Ferro”

Buone notizie: la Giunta regionale ha annunciato venerdì scorso nuovi investimenti per la “cura del ferro” per complessivi 104 milioni di euro finalizzati a potenziare e modernizzare i collegamenti ferroviari nelle provincie di Parma e Reggio Emilia.  

Coronavirus: le misure in Emilia-Romagna

Le misure straordinarie decise dalla Giunta regionale a sostegno di famiglie, imprese, studenti, lavoratori e investimenti.

Oltre 3 milioni di euro per sostenere l'uso della bici in Emilia-Romagna

L’Emilia-Romagna mette in campo risorse regionali per incentivare, con interventi strutturali, l’uso della bicicletta nelle città e allargare - fino ai Comuni con meno di 50mila abitanti - la platea dei beneficiari di contributi statali per le due ruote, indicati nel Decreto Rilancio del Governo.
 
DAL MONDO VERDE IN EUROPA
Condivido l’appello con il quale l’eurodeputata tedesca Alexandra Geese chiede che metà dei fondi stanziati per il Recovery Fund sia destinata alle donne. Nel periodo cruciale del lockdown, le donne hanno dimostrato il loro ruolo fondamentale e imprescindibile, nelle case e nei settori determinanti della cura e dell’assistenza. 
Ho partecipato a un incontro di approfondimento con la parlamentare Verde europea Alexandra Geese, organizzato da Europa Verde Emilia-Romagna, per parlare di Economia, uscita dall'emergenza coronavirus, ambiente e agricoltura.
Venerdì 15 Maggio il Parlamento europeo ha adottato a larga maggioranza la risoluzione sul nuovo Quadro finanziario pluriennale (MFF – Multiannual Financial Framework), sulle nuove risorse proprie e sul Piano per la Ripresa (Recovery Plan). I Verdi Europei hanno sostenuto con convinzione l’approvazione di questa risoluzione che impegna i Paesi Membri ad adottare politiche di solidarietà economica, attraverso la mutualizzazione del debito e la messa in campo di nuove risorse in capo all'Unione Europea. 
PER APPROFONDIRE...
In un momento imprecisato del 2019 si è verificato un evento biologico di eccezionale rarità: un virus animale ha fatto un salto di specie arrivando nell'uomo. Dalla metropoli cinese di Wuhan, il SARS-CoV-2 si è diffuso rapidamente in oltre duecento paesi. È ciò che gli esperti chiamano «pandemia». Nell'attesa di soluzioni e strategie per la crisi sanitaria, economica e finanziaria in corso, Ilaria Capua, una delle voci più autorevoli della virologia internazionale, prova a buttare cuore e sguardo oltre questo tempo di mezzo e a mettere a fuoco sia le cause sia le opportunità che esso nasconde.    
Il commento di David van Reybrouck sull'esperienza di democrazia partecipativa di una piccola comunità in Belgio.
L'anno scorso i cittadini europei hanno manifestato nelle piazze per prendere parola sul cambiamento climatico. Ecco le loro proposte.
ECO DALLA STAMPA
Rassegna Stampa da Marzo a Maggio 2020
Gli articoli usciti sui quotidiani cartacei e online che riportano la mia attività istituzionale come consigliera regionale del Gruppo Europa Verde e Vice-Presidente dell'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna.
Twitter
Facebook
Website
GRUPPO EUROPA VERDE
ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Via Aldo Moro 50, 40127 Bologna

La nostra email è:
gruppoeuropaverde@regione.emilia-romagna.it

Puoi disiscriverti qui: unsubscribe from this list.

Email Marketing Powered by Mailchimp






This email was sent to <<Email Address>>
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Gruppo Europa Verde Regione Emilia-Romagna · via Aldo Moro 50 · Bologna, Bo 40127 · Italy

Email Marketing Powered by Mailchimp